BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Enac, “sospesa la licenza a Ernest”: stop ai voli, anche da Orio

Aveva da poco annunciato cinque nuove rotte

Proprio questo mese aveva annunciato cinque nuove rotte. La compagnia italiana Ernest, low cost da tre anni attiva anche sull’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, dal 13 gennaio non potrà più far volare i suoi aerei in Italia: questo in seguito alla decisione di Enac, l’Ente nazionale aviazione civile, di sospendere la licenza di esercizio di trasporto aereo passeggeri e merci al vettore.

“L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – si legge sul sito di Enac – informa di aver disposto la sospensione della licenza di esercizio di trasporto aereo passeggeri e merci al vettore Ernest S.p.A.
Tale sospensione avrà efficacia a partire dal 13 gennaio 2020 al solo scopo di consentire alla compagnia di riproteggere i passeggeri già in possesso di un titolo di viaggio, provvedendo, al contempo, alla necessaria informativa all’utenza per gli eventuali voli cancellati”.

Il vettore, pertanto, non potrà più emettere biglietti di viaggio. “La licenza – prosegue Enac – rimane comunque in vigore fino al 13 gennaio 2020, anche in considerazione delle festività in corso, nonché del Capodanno ucraino del 7 gennaio 2020 e della conseguente necessità di garantire l’interesse superiore della tutela del passeggero, rilevato che non sussistono imminenti criticità che pregiudicano la sicurezza delle operazioni”.

Il provvedimento è stato adottato sulla base di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1008 del 2008, recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità Europea. “Tuttavia, qualora il vettore fornisca gli elementi di garanzia richiesti dalle norme comunitarie e tali elementi siano valutati favorevolmente dall’Ente, il provvedimento di sospensione potrà essere revocato. L’Enac – conclude – continuerà a effettuare un monitoraggio sulla compagnia aerea al fine di verificare l’adozione di tutte le iniziative possibili a tutela del rispetto dei diritti dei passeggeri”.

A quanto si apprende, sarebbero le criticità finanziarie ad aver potato l’Ente nazionale per l’aviazione civile a fermare la compagnia.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.