BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il bavaglio al giornalista Berizzi e lo sfondo delle Br: la foto indigna il web

Di nuovo preso di mira il cronista bergamasco che si occupa da tempo di inchieste soprattutto legate alla rinascita del fascismo violento e del neonazismo in Italia

Più informazioni su

Il giornalista bergamasco Paolo Berizzi, cronista di punta di Repubblica per la quale si occupa da tempo di inchieste soprattutto legate alla rinascita del fascismo violento e del neonazismo in Italia, ritratto in una immagine a sfondo rosso con la scritta “Brigate Rosse” con un bavaglio. Una immagine inquietante che ci porta indietro ai tempi del terrorismo violento: l’ha pubblicata il Secolo d’Italia a corredo di un articolo del direttore Francesco Storace dedicato alla rubrica “Pietre” di Berizzi, giornalista, ricordiamo, sotto scorta.

La foto sta scatenando i social in questi giorni anche se è stata pubblicata a novembre, quando la rubrica che ogni giorno mostra un episodio di razzismo, xenofobia o antisemitismo ha preso il via.

“Chi viene dalla tradizione fascista usa sempre questi metodi intimidatori – attacca il Pd Emanuele Fiano – L’idea è che chi non la pensa come loro, debba avere la bocca chiusa. Intollerabile”. Solidarietà anche dall’Anpi, attraverso il segretario provinciale di Milano: “È un attacco ignobile”.

E il Comitato di redazione di Repubblica esprime solidarietà al collega: “Ancora una volta Paolo Berizzi è stato insultato e minacciato. La direzione, il Cdr e la redazione di Repubblica gli sono vicini sapendo che Paolo non si lascerà di certo intimidire da chi non gradisce e anzi ha paura del suo lavoro”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.