Quantcast
Baran Ciagà, quando l'architettura dialoga con le altre arti - BergamoNews
La mostra

Baran Ciagà, quando l’architettura dialoga con le altre arti fotogallery

"Baran Ciagà, architetto. La comunione tra le arti" è la mostra allestita all'Ex Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti in Città Alta e aperta fino al 29 dicembre con orario 10-17

“Baran Ciagà, architetto. La comunione tra le arti” è la mostra allestita all’Ex Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti in Città Alta e aperta fino al 29 dicembre con orario 10-17. Pubblichiamo la prefazione del volume che presenta la mostra. Il testo è di Leyla Ciagà, figlia dell’architetto.

La mostra pone in evidenza il particolare interesse che Baran Ciagà ha sempre avuto per la contaminazione dei saperi e per il “lavoro di gruppo” presentando una selezione di 31 progetti svolti in collaborazione con ben 30 autori (architetti, pittori e scultori).
La ricerca di un rapporto fecondo di comunione tra le arti e la convinzione che il lavoro di squadra esprima un potenziale superiore rispetto al lavoro individuale rappresentano le caratteristiche peculiari della sua attività professionale. Per quanto riguarda le collaborazioni con i colleghi si segnala l’intenso sodalizio professionale durato circa 15 anni con Walter Barbero, Giuseppe Gambirasio e Giorgio Zenoni: l’edificio Mobili Bergamo esposto nel 1979 al Moma di New-York nell’ambito della mostra Trasformations in Modern Architecture 1960/1980 ha rappresentato un importante riconoscimento del lavoro del gruppo.

In mostra sono esposte anche 12 opere d’arte che documentano la collaborazione con artisti di fama internazionale come Francesco Somaini, Giuliano Collina e Timur Kerim Incedayi con i quali Baran Ciagà ha lavorato nei progetti di architettura (progetto per il Lungolago di Lecco, progetto della Fontana di fuoco a Osaka, progetto per la Casa più bella del mondo, restauro di un Palazzo storico a Bergamo) e soprattutto nei progetti di interni (Casa privata in un palazzo neoclassico a Bergamo, Negozio di gioielli a Bergamo, progetto per la Scuola primaria di Bonate).

La mostra pone, inoltre, in evidenza la sua grande disinvoltura nel governare le diverse scale del progetto (dai progetti a scala urbana al disegn) e una cura particolare nel progetto degli interni. L’architettura d’interni è del resto concepita come parte integrante dello spazio architettonico, ne rafforza la chiarezza del disegno e si esprime nella necessità – che sempre lo anima – di realizzare su disegno gli elementi d’arredo, come risulta evidente in diversi progetti esposti in mostra. È come se l’attitudine allo studio del dettaglio tecnico, che si ritrova ad esempio nel progetto dei serramenti per la Casa popolare Gescal a Calolziocorte, trovasse un’altra modalità di espressione nella studio delle attrezzature per la casa e nei progetti di design (librerie, tavoli, sedie, maniglie, ecc..) dove molto forte è l’attenzione alla scelta dei materiali e alla definizione delle forme concepite in stretta relazione con il corretto funzionamento degli oggetti.
La formazione al Politecnico di Milano avvenuta nei primi anni ‘60 del secolo con maestri del calibro di Gio Ponti, Ernesto Nathan Rogers e Pier Giacomo Castiglioni ha indirizzato la poetica progettuale di Baran Ciagà verso un rigore e un controllo dello spazio di matrice razionale e razionalista che traspare con forza nei progetti esposti in mostra.

La mostra ha il patrocinio del Comune di Bergamo e dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Bergamo. Curatela, allestimento e catalogo a cura di Baran Ciagà, Leyla Ciagà, Fabio Ferrari, Alessandra Girola e Maura Cantamessa.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
baran ciagà
Aveva 85 anni
Il mondo dell’architettura in lutto: è morto Baran Ciagà
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI