Valle Brembana, tutto pronto per un Natale sulla neve - BergamoNews
Turismo

Valle Brembana, tutto pronto per un Natale sulla neve

Con l’inaugurazione dei comprensori Foppolo-Carona e Valtorta si aspetta il pieno di turisti durante le feste di fine anno. Non solo sport invernali, ma anche concerti, visite culturali e presepi viventi

Da metà novembre, la neve è scesa abbondante in alta Valle Brembana. Condizioni meteorologiche ideali, di buon auspicio per una stagione invernale importante dal punto di vista turistico. Risolta positivamente anche la vicenda riguardante il comprensorio Foppolo-Carona, quattro comprensori sciistici sono pronti per offrire ai turisti appassionati di sport invernali diverse possibilità per il Natale e la fine dell’anno.

Valtorta-Piani di Bobbio, Foppolo-Carona, Piazzatorre e Conca dell’Alben: da sabato 21 dicembre (e fino ad aprile 2020) sono operativi per gli appassionati di sci alpino, sci nordico e snowboard, ma anche per chi vuole concedersi una discesa con lo slittino o il bob. Per gli amanti dello sci di fondo, in particolare, sono da segnalare i 16 km dell’anello a Zambla di Oltre il Colle.

Sci, ma anche pattinaggio, grazie alle piste presenti a Piazzatorre, Carona e Roncobello, oltre a quella in ghiaccio sintetico allestita a Zogno in piazza dei Caravana.

Gli sport invernali fanno da traino al turismo in Valle Brembana che, anche per quest’anno, si aspetta un buon flusso di appassionati. Secondo i dati raccolti da Visit Brembo, buona parte degli alberghi e dei bed&breakfast della valle hanno registrato molte prenotazioni, in linea con il trend dello scorso anno: è previsto il pienone sia nella settimana di Natale che, soprattutto, in quella di Capodanno.
Non solo sport, ma anche diversi appuntamenti legati alla tradizione del presepe vivente. Si comincia durante la sera della Vigilia, quando la Natività verrà messa in scena a Cassiglio (20.30) e Costa Serina (22), mentre il 26 dicembre si terrà il tradizionale presepe vivente a Sussia di San Pellegrino (10.30) ed a Ornica (dalle 13.30).

Sacro e profano, con la Babbo Run, una marcia di Babbi Natale che si svolgerà domenica 29 dicembre, lungo le strade del centro di Piazzatorre (dalle 16 alle 18). Santa Claus aspetta i più piccoli anche ad Oltre il Colle, dove è stato allestito il suo villaggio: è possibile visitare le capanne, ma anche partecipare a laboratori creativi degli elfi (venerdì 27 dicembre, dalle 15 alle 17.30 al centro parrocchiale).

Un periodo di Natale da passare all’insegna del divertimento, ma anche attraverso diverse iniziative culturali. Da mercoledì 26 dicembre fino a venerdì 4 gennaio si terrà, in 6 paesi dell’Alta Valle Brembana, “Fiocchi d’arte. Natale nelle Terre dei Baschenis”. Protagoniste sono le opere della famiglia dei Baschenis, artisti che operarono in Valle Brembana tra metà Quattrocento e metà Seicento. Aiutati da un gruppo di animatori culturali locali, i visitatori potranno scoprire, in cinque appuntamenti, le ricchezze storico-artistiche dei paesi della montagna bergamasca in Val Brembana.

Appuntamenti anche per gli amanti della musica, con “Voce ai fiati”, rassegna natalizia musicale della Val Serina, che giovedì 26 dicembre nella sala polivalente del comune di Bracca propone il concerto del 5/4 Brass Quintet (16.30). La rassegna continua anche nel 2020, fino a sabato 11 gennaio, quando il Beat Sax Quartet terrà il concerto di chiusura alle 20.45 nella chiesa di Pagliaro di Algua.
Eventi ed occasioni di divertimento, cultura e sport: momenti da vivere per una fine d’anno accolti dalle montagne innevate della Valle Brembana.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it