BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ognuno è perfetto” o Report? La tv del 23 dicembre

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di lunedì 23 dicembre

Per la prima serata in tv, lunedì 23 dicembre RaiUno alle 21.25 proporrà la terza e ultima puntata della fiction “Ognuno è perfetto”, con Edoardo Leo, Cristiana Capotondi, Nicole Grimaudo, Alice De Carlo e Gabriele Di Bello.

Andranno in onda gli episodi numero 5 e 6. Nel primo, i ragazzi vengono raggiunti da Ivan e Miriam. Intanto, Rick capisce che il padre è dalla sua parte e con lui decide di partire alla volta dell’Albania per ricongiungersi con Tina. Nel secondo, grazie all’intervento di Miriam, che si è precipitata in loro aiuto in Kosovo, Rick e Ivan, raggiunti anche dai ragazzi, riescono finalmente a rintracciare la sua amata.

Su Italia1 alle 21.20 spazio a “10 anni di Alessandra Amoroso”. Per festeggiare i dieci anni della sua carriera musicale, iniziata grazie alla partecipazione alla trasmissione televisiva “Amici” nel 2009, Alessandra Amoroso ripropone il meglio del suo repertorio, risponde alle domande dei suoi ammiratori e svela i suoi progetti per il futuro.

Su RaiTre alle 21.20 l’appuntamento è con “Report”, il programma d’inchieste condotto da Sigfrido Ranucci.

Il primo servizio di stasera, intitolato “Città intelligenti”, è firmato da Michele Buono con la collaborazione di Andrea De Marco, Simona Peluso e Filippo Proietti. Un comunicato Rai spiega: “Stiamo entrando nell’era delle città intelligenti. Quello che conta succede nelle grandi aree metropolitane, in tutto il mondo. Ogni metropoli diventa un nodo di scambio con le altre aree del globo, risorse e competenze si connettono, ma a una condizione: bisogna essere in tanti e fare massa critica. A New York, con la nuova legge sul clima del 2019, comincia subito una ristrutturazione energetica di 50.000 immobili con l’obiettivo di arrivare a un milione. Ci sono i numeri: più di 8 milioni di abitanti e una buona concentrazione di risorse e competenze. È l’economia dell’agglomerazione. E se le dimensioni e i grandi numeri non ci sono? Si possono creare. Nizza e quarantanove comuni vicini si agganciano, uniscono i propri budget, si considerano un’unica metropoli e si danno obiettivi comuni. A Chemnitz, in Germania, sono bastati dei tram che si trasformano in treni – quando serve – per creare una grande area metropolitana che vede crescere attività e occupazione. Che cosa accadrebbe se anche in Italia si alleassero città grandi e piccole per raggiungere i grandi numeri, darsi degli obiettivi e puntare a crescita e benessere? La nostra simulazione: tra Bari e Taranto ci sono quasi 100 km, due milioni di persone da mettere in relazione, due porti e in mezzo tanta attività industriale, ricerca e un distretto aerospaziale. E se la vedessimo come un territorio unico?”.

La seconda inchiesta, intitolata “Fra Napoli e Caserta: la terra dei ciechi”, è di Bernardo Iovene con la collaborazione di Alessia Marzi. Un comunicato Rai anticipa: “Nel 2018 fu varato il “piano di azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti” coordinato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, insieme a sette ministeri e alla regione Campania. Ma non basta. Questa estate i roghi sono aumentati del 30%, la popolazione è esasperata e girando per i 90 comuni di quella che ormai tutti chiamano terra dei fuochi, si capisce che ci sono fiumi di rifiuti provenienti da attività irregolari che vengono puntualmente bruciati per non lasciare tracce. Una guerra che non trova fine e che si ripercuote sulla salute degli abitanti. La procura di Napoli Nord ad Aversa ha chiesto uno studio all’Istituto superiore di sanità e i risultati sono sorprendenti”.

Il terzo reportage, dal titolo “I furbetti dell’hashtag”, è di Lucina Paternesi con la collaborazione di Giulia Sabella. In una nota Rai viene spiegato: “È Instagram la nuova frontiera della pubblicità. Sul popolare social network di proprietà di Mark Zuckerberg gli investimenti pubblicitari sono cresciuti del 177% nel 2019. E quest’anno, per la prima volta, la pubblicità sui social e online ha superato quella sui media tradizionali. Chiara Ferragni è la più nota ma di certo non l’unica. In Italia e all’estero l’influencer è diventato un vero e proprio lavoro: più sono i like, i commenti e le condivisioni e maggiori sono le possibilità di essere contattati dai grossi marchi della moda e make up per sponsorizzare prodotti inseriti nella quotidianità della vita degli influencer. Ma la pubblicità è sempre dichiarata? In Italia a regolare la materia ci ha pensato l’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, che ha redatto la digital chart: se un post è sponsorizzato l’influencer lo deve dichiarare con un hashtag. Ma c’è anche il Codice del consumo, su cui vigila l’Antitrust: ma se l’Autorità non fa le multe, perché l’influencer dovrebbe mettere l’hashtag giusto?”.

La7 alle 21.15 trasmetterà il telefilm “Grey’s anatomy”, con Ellen Pompeo, Caterina Scorsone, Camilla Luddington, Jesse Williams e Kevin Mckidd. Andranno in onda due episodi intitolati “Attratto dal sangue” e “Salto nella nebbia”. Nel primo, Alex cerca di tenere in vita un paziente che sta aspettando un donatore che tarda ad arrivare da Londra. Nel frattempo, Jo fa una confessione a Meredith. Nel secondo, Owen, Levi e Frances riescono, con l’aiuto di un’ambulanza, ad arrivare in ospedale in tempo per salvare il piccolo paziente di Alex.

Per chi preferisse vedere un film, su RaiDue alle 21.20 c’è “Alla ricerca di Nemo”; su Rete4 alle 21.25 “Non ci resta che piangere”, di e con Massimo Troisi e Roberto Benigni; su Canale5 alle 21.20 “Il GGG- Il grande gigante gentile”, con Mark Rylance; e su Rai4 alle 21.15 “Underworld: Blood wars”, con Kate Beckinsale.
Ancora, su Cielo, canale in chiaro di Sky, alle 21.15 “Becoming Jane – Il ritratto di una donna contro”; su La5 alle 21.10 “Un Natale stellato”, con Nick Ballard; e su Iris alle 21 “La tempesta perfetta”, con George Clooney.

Su Rai5 alle 21.15 verrà proposta una nuova puntata de “L’altro ‘900”, dedicata a Fabrizia Ramondino, autrice di Althènopis. L’empatia verso gli ultimi, il plurilinguismo, Napoli in una degli intellettuali più interessanti del nostro tempo.

Su La7D alle 21.30 sarà la volta del telefilm “Astronaut Wives Club”, con Joanna Garcia. Andranno in onda quattro episodi intitolati “Il lancio”, “Le regole del protocollo”, “Prossima tappa: Houston” e “Benvenuto a Houston”. Nel primo, la Nasa scegli i sette uomini che saranno i primi americani a essere lanciati nello spazio: le loro mogli si ritrovano sotto i riflettori dei media. Nel secondo, Betty, si prepara per il lancio di Gus chiedendo consigli ad Annie. Nel terzo, Scott si prepara per il suo lancio. Nel quarto, la vita pubblica di Gordon e Trudy Cooper mette pressione sulle loro vite private.

Da segnalare, infine, su Mediaset Extra alle 21.15 la replica de “Le Iene show”; su Real Time alle 21.10 il reality “Vite al limite”; e su Italia2 alle 21.30 cartoon “Dragon ball super”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.