Il volo di 70 chilometri della letterina di Riccardo: il suo "Babbo Natale" è bergamasco - BergamoNews
Da villa cortese a calusco

Il volo di 70 chilometri della letterina di Riccardo: il suo “Babbo Natale” è bergamasco

Lanciata in cielo legata a un palloncino da Villa Cortese è stata trovata a Calusco da un ragazzo che, dopo aver comprato un pensierino, si è messo alla ricerca di quel bambino per realizzare anche solo in parte i suoi desideri.

Vedendo sul marciapiede quel palloncino scoppiato al quale c’era legata una letterina, non ha resistito: domenica 8 dicembre un ragazzo aveva da poco finito di cenare coi suoi genitori, a Calusco d’Adda, e proprio sul vialetto di ingresso ha trovato l’insolita sorpresa.

Una volta presa tra le mani capisce subito di cosa si tratta: una letterina scritta da un bambino per Babbo Natale, piena di sogni e desideri e poi affidata al cielo, con tutta la speranza che solo i più piccoli sanno avere.

Per arrivare a Calusco la sua letterina ha viaggiato per ben 70 chilometri: era partita da Villa Cortese (Milano), per un’iniziativa organizzata dall’assessorato alla Cultura. Solo poche righe, con la promessa di comportarsi bene e la richiesta di giocattoli semplici.

Il giovane bergamasco si è sentito in dovere di realizzare almeno in parte i sogni del piccolo Riccardo: ha comprato un pensierino per lui e si è messo subito alla ricerca della sua famiglia.

Impresa che si è rivelata più complicata del previsto: dalle decine di chiamate, pagine bianche alla mano, ai residenti di Villa Cortese con lo stesso cognome fino alla richiesta di aiuto sul web.

Alla fine è proprio qui, su Facebook, che riesce a entrare in contatto con la mamma di Riccardo: in poco tempo si accordano e martedì 17 dicembre si incontrano.

“É stato un momento forte ed emozionante – racconta, chiedendo di rimanere anonimo – Riccardo è un bambino speciale, all’inizio non è stato facile interagire con lui ma poi sembrava ci conoscessimo da una vita. Mi abbracciava in continuazione, è davvero dolcissimo e anche coi suoi genitori si è instaurato un rapporto subito bellissimo”. 

I due giocano e scherzano per tutta la serata: il suo pensierino finisce subito sotto l’albero e verrà aperto solo a tempo debito.

Ma il regalo più bello, in realtà, è già arrivato: nel piccolo gesto e nella testardaggine nel realizzarlo di questo ragazzo bergamasco c’è tutta la magia del Natale.

“Non so come mi sia saltato in mente – conclude – Spontaneamente mi è venuto di fare così. Per me è stato un gesto piccolissimo e semplice, non pensavo potesse avere questa importanza. Il mio Natale è già stato perfetto così, nel vedere quel bimbo felice”. 

leggi anche
  • La storia
    Babbo Natale trova nei boschi di Mezzoldo letterina partita da Como un anno fa
  • Il dono al piccolo giovanni
    La letterina trovata a Mezzoldo e gli elfi che han risposto: abitano a Paladina
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it