BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ubi Banca: accordo con l’acceleratore di startup Plug & Play

La partnership con una delle più grandi piattaforme di Open Innovation consentirà all’istituto di credito di avere a disposizione un network a livello globale di startup fintech. La banca amplia, così, le collaborazioni con acceleratori, incubatori e broker su scala mondiale con l’obiettivo di cogliere l’innovazione dal suo nascere nelle realtà più dinamiche.

Gestire il costante progresso digitale e individuare i potenziali progetti che andranno a concretizzarsi in nuovi servizi finanziari da offrire ai clienti: con questo obiettivo Ubi Banca ha avviato la partnership con Plug & Play, primo acceleratore internazionale di startup con sede nella Silicon Valley. Grazie a questa collaborazione il Gruppo Ubi avrà la possibilità di identificare, su un panorama globale, i principali temi evolutivi digitali in atto, sui quali avviare poi una ricerca mirata per individuare eventuali opportunità di collaborazione e valutare l’apertura di progetti di sviluppo.

Plug & Play è da due anni il principale acceleratore della Silicon Valley per numero di startup ospitate, 562, come certificato dal San Francisco Business Times. È sbarcata in Italia in primavera e, dopo aver inizialmente avviato il proprio acceleratore esclusivamente nel contesto del Food and Beverage, sta estendendo la sua attività al settore del fintech.

Ubi Banca, grazie a questa nuova partnership, avrà anche la possibilità di partecipare alle attività organizzate dall’hub Plug & Play di Francoforte, il principale polo aziendale europeo per il fintech e sede del programma di accelerazione, consolidando così l’attività di ricerca sui principali trend tecnologici sviluppata negli anni precedenti. Il Gruppo UBI ha intensificato, negli ultimi anni, la partecipazione a progetti in Italia e all’estero, grazie a collaborazioni costanti con diverse realtà fintech.

“L’accordo con Plug & Play è strategico per gestire il costante progresso digitale e individuare i potenziali progetti che andranno a concretizzarsi in nuovi servizi finanziari da offrire ai nostri clienti” spiega Marco Cecchella, Chief Information Officer di UBI Banca e Direttore Generale di UBI Sistemi e Servizi. “Alcuni osservatori considerano il mondo fintech come un competitor delle banche tradizionali: noi, invece, lo consideriamo un’essenziale opportunità di crescita. La finalità di questa partnership è sviluppare e mantenere contatti diretti con il sistema, così da alimentare il processo di generazione interna di iniziative innovative la cui realizzazione può poi essere indirizzata sia collaborando con le startup, sia utilizzando partner e vendor più tradizionali”.

“Le grandi aziende che vogliono essere al passo con le continue innovazioni digitali, in particolare nel mondo fintech, devono avere oggi una collaborazione diretta con le startup”, afferma Andrea Zorzetto, Managing Partner di Plug and Play Italy. “Non si tratta solo di una questione strettamente tecnologica: lavorare in maniera diretta con le startup permette alle grandi banche di rispondere velocemente ai nuovi trend. Siamo onorati di lavorare con UBI Banca, player di prim’ordine sia in Italia sia a livello internazionale, e supportarla nella sua strategia di innovazione”. 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.