BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fallita COP25: ora azioni dal basso per contrastare l’inefficienza dei governi

In questo contesto, ReteAmbiente Bergamo, attraverso le diverse realtà che ne fanno parte, si fa promotrice di iniziative sul territorio bergamasco volte a diffondere consapevolezza sulla necessità di agire ora per contrastare i cambiamenti climatici, a partire dai piccoli gesti quotidiani.

Più informazioni su

Si è chiusa con un nulla di fatto la 25esima Conferenza delle Parti sui Cambiamenti Climatici dell’Onu che si è tenuta a Madrid dal 2 al 15 dicembre. Il fallimento della conferenza è stato determinato da quei Paesi che sostengono le lobby dei combustibili fossili e che in una logica di profitto immediato hanno deciso di ignorare l’appello degli scienziati e l’Accordo di Parigi che fissa gli obiettivi di riduzione delle emissioni per mantenere l’innalzamento delle temperature entro i 1,5°C.

La “fumata nera” (carbone) con cui gli Stati si sono dati appuntamento a Glasgow, in Scozia, per la COP26 spaventa: sono mancati coraggio e volontà per decidere gli obiettivi e definire le azioni. L’appello conclusivo invita semplicemente gli Stati a fare “sforzi più ambiziosi”, evidenziando il pressoché totale fallimento della Conferenza e l’ipocrisia con cui la crisi socio-ambientale viene trattata.

“In questo scenario di paralisi totale – commenta ReteAmbiente Bergamo – dove i consessi internazionali falliscono perché impigliati nelle maglie degli equilibri politici e delle lobby, dove i governi diventano impotenti, diventa ancora più importante l’azione dal basso, promossa da cittadini e cittadine, da giovani e adulti, da associazioni ed enti locali che con forza chiedono un diritto al futuro per loro e per le generazioni a venire.”

In questo contesto, ReteAmbiente Bergamo, attraverso le diverse realtà che ne fanno parte, si fa promotrice di iniziative sul territorio bergamasco volte a diffondere consapevolezza sulla necessità di agire ora per contrastare i cambiamenti climatici, a partire dai piccoli gesti quotidiani.

Chi è ReteAmbiente Bergamo

Nata a giugno del 2019, a seguito del primo sciopero per il clima, ReteAmbiente Bergamo è una rete che raggruppa associazioni, organizzazioni e imprese presenti sul territorio bergamasco con l’intento di mettere a fattor comune risorse, esperienze e conoscenze per promuovere azioni di sensibilizzazione e informazione verso cittadini e istituzioni volte alla tutela dell’ambiente e a contrastare i cambiamenti climatici.

Fanno parte di ReteAmbiente Bergamo

Ascom Bergamo, Associazione Festival dell’Ambiente, Associazioni e Comitati genitori istituti Comprensivi di Bergamo e provincia, Bergamo Salute, BioDistretto dell’Agricoltura Sociale Bergamo, Confcooperative, Coordinamento Comitati Genitori Coor.co.ge., Coordinamento Genitori Istituti Comprensivi provincia di Bergamo, FIAB Bergamo Pedalopolis, Fridays for Future Bergamo, Greenpeace Gruppo Locale Bergamo, InfoSOStenibile, La Terza Piuma, Legambiente Bergamo, Ressolar, Ufficio Pastorale Sociale e Lavoro Diocesi di Bergamo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.