BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Malinovskyi non basta: un’Atalanta sprecona finisce ko 2-1 a Bologna

Nerazzurri puniti dalle reti di Palacio e Poli: i troppi gol sbagliati (alcuni clamorosi) costano carissimi agli uomini di Gasperini

Più informazioni su

Torna da Bologna senza punti l’Atalanta, sconfitta 2-1 al Dall’Ara al termine di un match incredibile, durante il quale gli uomini di Gasperini si sono letteralmente mangiati un’occasione da gol dietro l’altra.

I bergamaschi non perdevano in trasferta da quasi un anno: l’ultima volta successe a Torino, contro i granata, il 24 febbraio.

Ma a Bologna, probabilmente, anche il pari sarebbe stato stretto all’Atalanta, che – senza Gomez, Ilicic e Zapata, assenze pesantissime – ha lasciato per strada non uno, ma tre punti che chi gioca per arrivare in alto non può permettersi di sprecare. O almeno, non così.

Nel primo tempo prima del gol dell’1-0 di Palacio (12′) lo sprecone si chiama Malinovskyi: l’ucraino ha sul suo sinistro due limpidissime occasioni da rete che non sfrutta al 6′ e al 9′.

Poi tocca a Pasalic, al 40′, mangiarsi la più semplice delle palle-gol sparando in curva da due passi un cross al bacio di Malinovskyi.

La ripresa si apre col raddoppio del Bologna (che costruisce poco ma, di fatto, sfrutta tutto quello che gli capita di buono), con Poli che batte Gollini con un bel colpo di testa su assist di Tomiyasu.

La scossa arriva 8′ dopo, al 60′, con Malinovskyi che al terzo tentativo non sbaglia: servito in profondità da Barrow (entrato 5′ prima al posto di Freuler) l’ucraino batte Skorupski con un sinistro preciso che passa in mezzo alle gambe del portiere emiliano.

Da qui in avanti è un monologo bergamasco: al 68′ Barrow supera Skorupski con un bel pallonetto ma Danilo salva sulla riga di porta, mentre al 77′ è lo stesso gambiano a sparare in curva una corta respinta del portiere ex Roma.

Le altre due occasionissime dell’Atalanta capitano nel finale: la prima all’86’ con la punizione di Malinovskyi respinta da un mezzo miracolo di Skorupski; la seconda all’89’ con il colpo di testa di Djimsiti che termina fuori di pochissimo.

Per l’Atalanta arriva così un ko amarissimo, inaspettato ma non proprio immeritato. Sì, perché quando sbagli certi gol è giusto che tu non vinca.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.