BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Plastic-free, cibi biologici e niente sprechi: a Bagnatica mensa amica dell’ambiente video

A pranzo con piatti di porcellana, bicchieri di vetro e posate d'acciaio: il nuovo servizio di refezione scolastica non prevede più l'uso di plastica.

Più informazioni su

Da anni l’impegno dell’amministrazione comunale in campo ambientale ha portato Bagnatica a essere tra i Comuni con la più alta percentuale di raccolta differenziata in provincia di Bergamo: un risultato ottenuto con investimenti e grande dedizione al tema, con novità a volte non facili da interiorizzare per i cittadini.

Mensa bagnatica

Sulla scia del grande lavoro sui rifiuti, in estate il Comune ha messo a bando il servizio di refezione scolastica per il periodo compreso tra l’1 settembre 2019 e il 31 agosto 2022.

Un appalto confezionato nel rispetto integrale dei Criteri Minimi Ambientali per la ristorazione collettiva e le derrate alimentari che si è aggiudicata la Sercar di Trezzo sull’Adda, grazie a un’offerta tecnica che è andata ben oltre le richieste e un investimento complessivo (attrezzature comprese) tra i 15 e i 20mila euro.

Le percentuali di prodotti a provenienza biologica (almeno il 40%, il 15% e il 20% del totale rispettivamente per prodotti ortofrutticoli, carne e pesce) sono stati ulteriormente incrementate dall’aggiudicatario, in alcuni casi anche fino al 100% del criterio minimo richiesto.

Inoltre è stato adottato un programma di pulizie e sanificazione dei locali del centro di cottura e dei refettori, con l’utilizzo esclusivo di prodotti conformi alla normativa sui detergenti o dotati di etichetta “Ecolabel” e il cibo viene trasportato con mezzi a basso impatto ambientale.

La scuola primaria di Bagnatica
Mensa bagnatica

“Lo abbiamo fatto perchè teniamo ai temi ambientali – spiega Dario Mangili, responsabile tecnico Sercar – Alla primaria di Bagnatica non c’è più plastica, ma piatti, posate e bicchieri tradizionali. Abbiamo messo a disposizione della scuola anche una lavastoviglie a risparmio energetico, con un sistema di recupero del calore che poi viene incanalato per scaldare l’acqua. In questo modo facciamo anche educazione ai bimbi, sensibilizzandoli sul contenimento degli sprechi”.

“Da anni lavoriamo coi bimbi sull’attenzione all’ambiente – aggiunge il dirigente scolastico Paolo Mario MerliniLa mensa rientra nelle attività scolastiche, per noi sono momenti di crescita nell’educazione alimentare e nelle competenze civiche e sociali”.

Genitori e bambini apprezzano: gli alunni (sono circa 200 quelli che accedono al servizio mensa) in particolare maneggiano con cura le stoviglie, prestando grande attenzione, e vivono la pausa pranzo con il massimo rispetto.

“Crediamo davvero molto in questo progetto – conclude il sindaco di Bagnatica Roberto ScarpelliniUno dei nostri obiettivi era l’ambito scolastico ma anche le feste associative dovranno diventare plastic-free: è un punto di partenza per raggiungere altri traguardi. Tante piccole innovazioni che portano a un vantaggio per tutti: cittadini, ragazzi e famiglie”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.