BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gandino piange il piccolo Davide, morto a due anni in un incidente nel Vicentino

Lo schianto sabato 7 dicembre, in auto con mamma e papà: dopo aver lottato tra la vita e la morte per cinque giorni, Davide è spirato giovedì

Più informazioni su

“Sarà per sempre il nostro piccolo angelo”: lacrime e un dolore immenso avvolgono la Val Gandino per la morte del piccolo Davide Torresan.

Il bimbo, di soli due anni, è morto giovedì 12 dicembre a Vicenza in seguito alle ferite riportate nell’incidente stradale che sabato 7 dicembre ha coinvolto l’auto su cui viaggiava insieme a papà Michele Torresan, 46 anni, e mamma Loredana Ciaco, 47 anni.

Quest’ultima è la sorella del maresciallo Francesco Ciaco che, dal 2017, guida la caserma dei carabinieri di Gandino.

L’auto su cui viaggiava la famiglia del piccolo Davide era diretta verso casa quando, lungo un tratto di superstrada, è stata centrata frontalmente da una Fiat Doblò; secondo le prime informazioni, la Fiat potrebbe aver invaso la corsia opposta in una semicurva.

Michele Torresan e la moglie, in seguito allo scontro, hanno riportato fratture multiple e sono tutt’ora ricoverati in ospedale. Il piccolo, regolarmente alloggiato nel seggiolino, ha subito un violentissimo colpo di frusta. Immediato l’intervento dei soccorritori: dopo un arresto cardiocircolatorio, le sue condizioni sono risultate disperate e a nulla è valso l’impegno dei medici del reparto di terapia intensiva pediatrica dell’ospedale di Vicenza.

La notizia si è subito diffusa in Val Gandino, dove il Maresciallo Ciaco è molto conosciuto in paese, insieme ai figli e alla moglie Fiorenza, sempre attiva nel volontariato locale.

La comunità parrocchiale di Gandino ha dedicato a Davide e alla sua famiglia la propria preghiera. Tante persone, compresi diversi sindaci, hanno fatto pervenire alla famiglia attestazioni di profondo cordoglio. A Gandino, e non solo, il piccolo angelo continuerà a vivere nel cuore di tutti.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.