• Abbonati
Il sit-in

Un libro e una sciarpa: le Sardine Bergamo venerdì in piazza

"Non siamo i sognatori che si illudono di avere tutte le soluzioni e non vogliamo essere un partito politico, siamo giovani studenti, lavoratori volenterosi, anziani che non vedono un futuro roseo per i propri nipoti, italiani di nascita e di adozione"

Venerdì 13 dicembre il Movimento Sardine Bergamo scende in piazza per un sit-in a cui, spiegano gli amministratori della pagina Facebook che conta più di undicimila iscritti, Stfeano Crippa e Diletta Speroni, “sono invitati tutti coloro che condividono le nostre idee ed i nostri ideali di futuro”.

Nell’invito a partecipare al sit-in che inizierà alle 19.30 di fronte al teatro Donizetti, spiegano: “Si è letto molto su di noi e da alcune parti ci sono state grosse e strumentali distorsioni del nostro messaggio, forse perchè ciò che chiediamo è tanto chiaro quanto diretto a tutta la classe politica. Siamo antifascisti e siamo inorriditi dal sapere che spesso le nostre città sono inquinate dal germe dell’odio verso chi arriva da altri angoli di mondo o contro chi abbia fatto scelte emotive e familiari ‘diverse’ dal gusto della maggior parte. Chiediamo una classe politica seria e formata perchè siamo stanchi di vedere che al solo fine di accrescere il proprio tornaconto elettorale ci sia chi veicola notizie false, stravolgendo i dati e proponendo facili soluzioni che fanno pensare che non si conosca nemmeno ciò su cui si lavora. Il nostro ideale di Italia si basa sul reciproco aiuto verso chi è più debole, sapendo però che i problemi vanno risolti alla radice, con professionalità e competenza. Valorizziamo la cultura, strumento di libertà dalle catene dell’ignoranza, e chiediamo una nazione che grazie alle tecnologie si muova verso uno sviluppo sostenibile a livello ambientale. Non siamo i sognatori che si illudono di avere tutte le soluzioni e non vogliamo essere un partito politico, siamo giovani studenti, lavoratori volenterosi, anziani che non vedono un futuro roseo per i propri nipoti, italiani di nascita e di adozione, siamo tutti coloro che a partire dai valori del nostro Manifesto sono pronti a chiudersi in una piazza ‘stretti come sardine’ per chiedere un futuro migliore per tutti”.

Venerdì, dunque, chi si sente in sintonia con gli ideali delle Sardine Bergamo è invitato a scendere in piazza “con un libro ed una sciarpa che riporterete poi a casa”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI