• Abbonati
L'autopsia

Torre Boldone, morto a 5 mesi: Zakaria stroncato da un’infezione batterica

Il piccolo, nato il 9 luglio all’ospedale di Alzano Lombardo, si era sentito male sabato mattina

Sarebbe stata un’infezione batterica a stroncare il piccolo Zakaria Sow, 5 mesi di origine senegalese, che abitava con i genitori a Torre Boldone. È quanto emerge dall’esame autoptico sul suo corpicino, effettuato martedì mattina all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo su disposizione del pubblico ministero Antonio Pansa.

Esclusa quindi la correlazione con il richiamo del vaccino che era stato somministrato da poco al bambino.

leggi anche
bimba morta bimbo culla morto
L'autopsia
Brusaporto, un rigurgito dietro la morte della bimba di 10 mesi

Il piccolo, nato il 9 luglio all’ospedale di Alzano Lombardo, si era sentito male sabato mattina, mentre era in culla con la gemellina. Il papà Jupiter aveva notato che respiravano in modo affannoso e, capendo la gravità della situazione, aveva chiamato i soccorsi.

Il personale sanitario è arrivato pochi minuti dopo nell’appartamento al terzo piano del condominio di via Elia. Nel frattempo il papà aveva cercato di rianimare Zakaria, guidato dalla centrale operativa e applicando le nozioni di primo soccorso apprese durante un corso al lavoro, alla Abb Sace di Dalmine.

La corsa in ospedale però non è servita: il piccolo è arrivato al Pronto Soccorso del Papa Giovanni XXIII già privo di vita. La piccola invece solo con la febbre e le sue condizioni non destano preoccupazione.

La notizia della morte del piccolo ha creato sgomento nella piccola comunità di Torre Boldone. “Esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia del piccolo Zakaria – ha scritto su Facebook il sindaco Luca Macario – 5 mesi sono un soffio di vita che troppo presto si è spenta”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI