BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’abbraccio alla senatrice Segre di 600 sindaci a Milano: “L’odio non ha futuro”

Il corteo dei 600 sindaci ha attraversato la Galleria Vittorio Emanuele II cantando le note di Bella Ciao. Al passaggio del corteo le persone schierate ai lati della Galleria hanno applaudito la Segre urlando il suo nome in segno di sostegno. 

“L’odio non ha futuro” è lo slogan dello striscione che reggono i sindaci di tutta Italia che si sono dati appuntamento nella sera di martedì 10 dicembre a Milano.  Un corteo di solidarietà alla senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto, oggi sotto scorta per le ripetute minacce antisemite. Una manifestazione, promossa dal sindaco di Milano Beppe Sala con il sindaco di Pesaro Matteo Ricci e organizzato da Anci, Ali e Upl.

In prima fila accanto al sindaco di Milano, Sala, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Una ventina i sindaci bergamaschi che aderito in prima persona alla manifestazione. Erano presenti i primi cittadini di Scanzorosciate, Osio Sotto, Bonate Sotto, Entratico, Fara Gera d’Adda, Curno, Ranica, Levate, Bergamo, Arzago, Nembro, Treviolo, Pontirolo, Villongo, Caravaggio. Presenti anche due sindaci della Lega: Chiuduno e Azzano.

Generico dicembre 2019

Il corteo dei 600 sindaci ha attraversato la Galleria Vittorio Emanuele II cantando le note di Bella Ciao. Al passaggio del corteo le persone schierate ai lati della Galleria hanno applaudito la Segre urlando il suo nome in segno di sostegno.

“C’è una grande musica in questa piazza, il tempio della musica oggi è all’aperto. Siamo qui per parlare di amore e non di odio. Lasciamo l’odio agli anonimi della tastiera”. Lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre a Milano, al termine della marcia dei sindaci ‘L’odio non ha futuro’. “Voi avete una missione difficile e apprezzo tantissimo che per qualche ora abbiate voluto lasciare i vostri compiti per questa occasione. Il vostro impegno può essere decisivo per la trasmissione delle memoria”. “Stasera non c’è indifferenza, ma c’è un’atmosfera di festa, cancelliamo tutti le parole odio e indifferenza e abbracciamoci in un catena umana che trovi empatia e amore nel profondo del nostro essere”.

Generico dicembre 2019

“Una giornata importante dal punto di vista simbolico e di contenuto – commenta Davide Casati, sindaco di Scanzorosciate e segretario provinciale del Partito Democratico -. Un chiaro e netto rifiuto al clima di odio e di intolleranza diffuso in questi mesi e allo stesso tempo un risveglio dall’indifferenza alla quale si rischiava di abituarsi. Dalla piazza di Milano centinaia di sindaci e di semplici cittadini, oltre le appartenenze politiche, hanno voluto testimoniare che è possibile costruire davvero il bene comune, preferendo l’amore all’odio, come più volte sottolineato dalla senatrice Segre”.

Marzia Marchesi, assessore alla Pace del Comune di Bergamo e presidente del Coordinamento provinciale bergamasco degli enti locali per la pace e i diritti umani:È stato un momento importante di testimonianza nel quale istituzioni e cittadini uniti hanno confermato un deciso no all’odio e all’ indifferenza. La presenza di Liliana Segre ha aggiunto valore e senso a questa manifestazione”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.