BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, il bilancio dopo la rivoluzione della viabilità: “Meno tir e traffico più fluido”

L'assessore ai lavori pubblici Basilio Mangano analizza i primi mesi dopo i lavori in viale Piave e annuncia nuovi interventi per garantire la sicurezza di pedoni e ciclisti

Mettere in sicurezza la mobilità dolce e permettere un migliore collegamento tra Treviglio e Casirate mediante la realizzazione di una pista ciclopedonale. Questo gli obiettivi di quanto dichiarato nella conferenza stampa dall’assessore ai lavori pubblici di Treviglio Basilio Mangano e dagli ingegneri Matteo Perletti e Matteo Bani.

“Da sempre l’amministrazione ha a cuore la sicurezza stradale – spiega Mangano – in passato abbiamo partecipato ad un bando regionale e sono stati fatti degli interventi importanti. Adesso ci è stata data l’opportunità di partecipare ad un altro bando per un importo di 41.6000 euro tra contributi di regione e provincia e risorse dell’amministrazione. Il 4 dicembre, in giunta, verrà approvata la delibera del progetto – continua Mangano – poi seguiranno, quindi, interventi alla circonvallazione interna ed esterna. Il nostro obiettivo è mettere in sicurezza la mobilità dolce, cioè gli attraversamenti pedonali”.

È seguito poi l’intervento dell’ingegner Perletti che ha spiegato come nel triennio 2015-2017 gli incidenti siano diminuiti rispetto al 2009-2011 grazie agli interventi dell’amministrazione, ma si può e deve migliorare ancora. Il fenomeno da mitigare riguarda specialmente le utenze deboli (pedoni e ciclisti), spesso coinvolti in incidenti anche a causa delle distrazioni: “Sono state individuate alcune zone critiche – dichiara Perletti – e gli interventi sono stati decisi in base alla densità di eventi di incidentalità del triennio 2015-2017. Una di queste zone è quella tra viale Ortigara e via Scotti, in cui si procederà, per esempio, con la regolazione della circolazione stradale (tra cui l’attuazione di un senso unico) e con l’adeguamento dell’attraversamento del controviale. Un’altra area interessata a questi lavori – spiega Perletti – è quella sull’asse viale Buonarroti-via Montegrappa: verranno realizzati alcuni attraversamenti pedonali rialzati e sarà rafforzata la segnaletica, per un totale di sei interventi”.

Particolare la situazione in viale Piave in cui, da qualche tempo, è presente una rotatoria che permette la circolazione in maniera diversa, rendendo il traffico più fluido: “In viale Piave – commenta Mangano – è stato impedito l’accesso ai mezzi pesanti, tranne quelli di carico e scarico e questo è un beneficio anche per l’ambiente. La rotatoria sta dando già segnali positivi – procede Mangano – come la diminuzione delle code. In quest’area sono stati fatti due interventi importanti, la rotatoria in via Locatelli e la messa in sicurezza in via La Marmora. L’asse di viale Piave, da est a ovest, è stato oggetto di importanti investimenti, con 600mila euro investiti per migliorare la viabilità e mettere in sicurezza”.

Ci saranno degli interventi anche in via Diaz, in viale XXIV maggio e in via Libertà per migliorare gli attraversamenti. In altre zone di Treviglio verranno inseriti dei tabelloni che misurano la velocità: ci saranno sia in entrata sia in uscita in viale Buonarroti, via Montegrappa, viale Ortigara e viale Piave, in entrata, invece, in via Carlo Porta e in via Bergamo.

La sicurezza stradale ma non solo. Infatti tra Treviglio e Casirate d’Adda verrà realizzata una pista. ciclopedonale che collegherà i due paesi rendendo migliore la comunicazione come già succede con Brignano.

Sono due i lotti che compongono il progetto, il lotto I, con la messa in sicurezza di aree vicine ai due comuni, e il lotto II, previsto nel 2020. Nel lotto I sono comprese la parte nord (lunga 230 metri) e quella sud (370 metri). In quest’ultima area (dal sottopasso a oltre l’incrocio di via Lodi) si interverrà con la manutenzione della porzione della strada ex Provinciale, ci sarà una nuova illuminazione che verrà inoltre potenziata.

Nella parte nord, invece, verrà ampliata la pista ciclopedonale in zona Baslini, verrà posto un attraversamento rialzato e altri attraversamenti con relativa illuminazione: “Stiamo procedendo con l’acquisizione delle aree da parte dei privati – spiega Mangano – e siamo a buon punto. Il Comune di Treviglio ha trovato l’accordo con i proprietari. Il costo è di 250mila euro, diviso tra i contributi del Comune di Casirate e le risorse del Comune di Treviglio. Verrà approvato il progetto esecutivo poi verrà fatta la gara d’appalto nel mese di dicembre – prosegue Mangano – mentre, a gennaio, ci sarà l’istruttoria in base a quante ditte si presenteranno. L’obiettivo è quella di ultimarla entro l’estate del 2020”.

Casirate d’Adda ma non solo. Infatti verranno effettuati degli interventi anche sulla ciclopedonale per Calvenzano, che sarà illuminata e verrà messa in sicurezza. A Calvenzano la pista ciclabile è stata ultimata quindi, da gennaio, sarà possibile avere un collegamento intercomunale, con il Comune di Treviglio che spera in aumento di ciclisti in tale area.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.