Quantcast
A Villongo l'ultimo saluto a Veronica, il parroco: "Stiamo vicini alla famiglia" - BergamoNews
Stroncata a 19 anni

A Villongo l’ultimo saluto a Veronica, il parroco: “Stiamo vicini alla famiglia” fotogallery video

Tanti parenti e amici della studentessa universitaria deceduta agli Spedali civili di Brescia a causa della sepsi

Era gremita lunedì pomeriggio la parrocchia di Sant’Alessandro a Villongo per il funerale di Veronica Cadei, la studentessa 19enne morta per un’infezione generalizzata fulminante denominata sepsi.

Tanti parenti e amici della studentessa universitaria deceduta martedì mattina agli Spedali civili di Brescia. In prima fila i genitori, papà Paolo e mamma Debora Poli, e la sorella di 16 anni Nicoletta, con i quali la giovane viveva in via Maroncelli a Villongo.

All’ingresso in chiesa il parroco, don Alessandro Beghini, dopo aver abbracciato la mamma Debora in lacrime, ha chiesto a tutti di stare vicino ai familiari in questi giorni di dolore.

Alcuni amici della giovane hanno letto pensieri in sua memoria: “Pensavo di preparare il discorso per il tuo matrimonio, non questo – ha detto un’amica – . Ti stavo per scrivere ancora qualche giorno fa, come facevamo sempre, senza considerare ciò che era successo. Passavi ore e ore al lavoro, ma allo stesso tempo non ti dimenticavi mai dei tuoi amici. Resterai per sempre mia, la mia Rihanna”.

“Sei arrivata in punta di piedi – ha aggiunto un’altra ragazza, collega del bar in cui lavorava – . Eri sempre allegra, il genio della matematica, la nostra stella che non troveremo più dietro al bancone ma ti porteremo dentro i nostri cuori”.

Vicinanza alla famiglia Cadei è stata espressa anche da un docente della Cattolica di Brescia, dove Veronica era iscritta al primo anno di matematica. Per esprimere la vicinanza dell’Ateneo erano presenti il prorettore Mario Taccolini e il direttore della sede Giovanni Panzeri, che ha letto un messaggio del Rettore Franco Anelli “Con dolore profondo, l’Università Cattolica esprime le sue condoglianze ai genitori per la studentessa accolta quest’anno nel nostro Ateneo a Brescia e scomparsa in modo improvviso per una malattia. L’intensità della commozione si accompagna a quella delle nostre preghiere e a un sentimento di sincera vicinanza a tutti coloro che oggi piangono la perdita di una persona cara.”

Proprio a Brescia lunedì pomeriggio la 19enne si era sentita male mentre come ogni giorno stava seguendo le lezioni. Un compagno, Federico, ringraziato in chiesa da don Stefano, l’ha accompagnata al Pronto soccorso degli Spedali, dove i sanitari hanno deciso di ricoverarla, vista la febbre alta. Le sue condizioni si sono poi aggravate, fino al decesso. Dopo la messa la salma di Veronica è stata trasferita al forno crematorio di Bergamo per la cremazione.

leggi anche
trapianti
Il caso
Villongo, sedicenne colpita da Sepsi ricoverata al Papa Giovanni
Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI