BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Torre Boldone dolore per il piccolo Zakaria: indagano i Nas, lunedì l’autopsia

L'esame autoptico chiarirà le cause della morte: intanto i carabinieri continuano gli accertamenti.

Più informazioni su

Una tragedia enorme, improvvisa: la morte del piccolo Zakaria Sow, 5 mesi di origine senegalese, ha sconvolto tutta la comunità di Torre Boldone.

Il piccolo si è sentito male nella prima mattinata di sabato, insieme alla gemellina: prendendo entrambi dalla culla, papà Jupiter ha subito notato il loro respiro affannoso capendo la gravità della situazione.

Ha avvisato i soccorsi, arrivati pochi minuti dopo nell’appartamento al terzo piano del condominio di via Simone Elia, ma nel frattempo aveva cercato di rianimare Zakaria, guidato dalla centrale operativa e applicando le nozioni di primo soccorso apprese durante un corso al lavoro, alla Abb Sace di Dalmine.

La corsa in ospedale non è servita: Zakaria è arrivato al Pronto Soccorso del Papa Giovanni XXIII già privo di vita, la piccola invece solo con la febbre.

Una volta avvisata della tragedia, la Procura di Bergamo ha aperto un fascicolo esplorativo: a chiarire le esatte cause della morte del bimbo, che era nato il 9 luglio all’ospedale di Alzano Lombardo, sarà l’autopsia, fissata per lunedì.

Parallelamente continueranno gli accertamenti, affidati ai Nas di Brescia: i carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità hanno acquisito tutta la documentazione clinica e stanno indagando su eventuali fattori esterni che possano aver causato la tragedia.

Approfondimenti verranno svolti anche sul richiamo vaccinale al quale i gemellini si erano sottoposti venerdì, un mese dopo la prima vaccinazione che non aveva avuto alcuna complicazione.

Nel frattempo al Papa Giovanni XXIII la sorella gemella rimane sotto osservazione ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

La notizia, circolata subito nella tarda mattinata di sabato a Torre Boldone, ha creato sgomento: nella palazzina di via Simone Elia un po’ tutti si erano affezionati a quei gemellini bellissimi.

“Esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia del piccolo Zakaria – ha scritto su Facebook il sindaco Luca Macario5 mesi sono un soffio di vita che troppo presto si è spenta”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.