BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate, atti osceni fuori dalle scuole: denunciato 48enne

L'allarme di una mamma che ha chiesto l'intervento di un'agente donna per bloccare V. D., pluripregiudicato

Si sarebbe abbassato i pantaloni per mostrare le parti intime a due donne, proprio all’uscita degli studenti delle scuole elementari e medie don Minzoni di Seriate. Per questo motivo V. D., pluripregiudicato 48enne residente in paese, è stato denunciato all’autorità giudiziaria con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico in presenza di minori.

È successo nei giorni scorsi, quando la mamma di una giovane alunna ha chiesto l’intervento di un’agente di polizia locale impegnata nel servizio di educazione stradale. La donna ha raccontato di un uomo che di fronte al plesso scolastico avrebbe mostrato le proprie parti intime a lei e a una passante. Il tutto proprio intorno alle 16, orario di uscita dall’istituto.

La poliziotta è subito intervenuta, e grazie alla collaborazione delle testimoni in pochi minuti ha individuato e fermato il responsabile, che nel frattempo aveva cercato di nascondersi in un bar.

Sul posto sono giunte altre due pattuglie di polizia locale, che hanno raggiunto l’uomo e l’hanno accompagnato al comando di via Paderno per gli accertamenti di rito. Acclarato il gesto osceno grazie alle testimonianze, il 48enne è stato denunciato.

Lo stesso, tra l’altro, era già stato denunciato sempre dagli agenti seriatesi pochi giorni prima, in quanto guidando in stato di ebbrezza aveva causato un incidente in via Cerioli. Per quell’episodio, oltre alla segnalazione per la guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche, gli era stata anche ritirata la patente di guida.

Soddisfatto del lavoro dei suoi uomini il comandante Giovanni Vinciguerra: “Mi complimento con la nostra agente che ha bloccato l’uomo, e con gli altri operatori intervenuti per la redazione degli atti necessari la denuncia. Un grazie particolare, poi, alle mamme che con massima precisione hanno dato sviluppo alle indagini, segno di sicurezza partecipata. Questo immediato intervento dimostra la presenta capillare della polizia locale sul territorio e nelle zone sensibili tra le quali i plessi scolastici”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.