BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Osio Sotto, presunto rapinatore seriale arrestato dopo un lungo inseguimento

Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di uno smartphone di ultima generazione, reclamato da una prostituta della zona

È stato arresto dopo un lungo inseguimento J.E., 38enne di nazionalità marocchina, pluripregiudicato in Italia senza fissa dimora. Poco prima delle 22 di mercoledì 5 dicembre, una pattuglia della Sezione Radiomobile dei Carabinieri di Treviglio, impegnata nel quotidiano servizio di controllo del territorio, incrociava sulla provinciale di Osio Sotto una Volkswagen Polo da qualche giorno segnalata in zona. Una volta intimato l’alt al conducente (non rispettato) l’equipaggio si è messo al suo inseguimento. Da un controllo, l’auto risultava denunciata alcuni giorni prima dopo un furto a Cornate d’Adda, in Brianza.

In un primo momento il fuggitivo sembrava aver avuto la meglio facendo perdere le proprie tracce ma, accerchiato dalle pattuglie, veniva nuovamente intercettato ed inseguito dall’equipaggio. Questa volta, però, sebbene l’uomo alla guida avesse abbandonato l’auto per allontanarsi a piedi verso l’autostrada A4, la caparbietà dei militari consentiva di bloccarlo dopo un lungo inseguimento al termine del quale il malvivente aveva cercato di nascondersi nell’erba alta, dietro alcuni autocarri in sosta.

Fermato e sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di uno smartphone di ultima generazione, contemporaneamente reclamato da una prostituta della zona. La donna aveva chiamato il 112 dopo aver fermato una guardia giurata in transito lungo la S.S. 525, alla quale aveva chiesto di poter contattare le forze di polizia asserendo di esser stata rapinata del proprio cellulare da un uomo del quale forniva descrizione personale e dell’auto in uso. In pochi minuti il quadro degli eventi si schiariva, e consentiva ai carabinieri di circostanziare i fatti e trarre in arresto l’uomo per la rapina appena perpetrata. E, allo stesso tempo, contestargli la ricettazione della vettura utilizzata per darsi alla fuga.

Il cellulare asportato veniva restituito al proprietario, mentre l’auto veniva posta sotto sequestro per gli accertamenti tecnici necessari a valutare precedenti episodi di rapine, avvenute in zona e di cui non si esclude possa essere autore il 38enne: sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici, risultava essere autore, tra gli altri reati, di diverse rapine, l’ultima per la quale veniva scarcerato a fine luglio di quest’anno.

Collocato nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Treviglio, l’uomo è in attesa di essere condotto davanti all’Autorità Giudiziaria di Bergamo per la convalida dell’arresto mediante celebrazione del processo con rito direttissimo: dovrà rispondere dell’accusa di rapina e ricettazione dell’auto.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.