BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Veronica e la passione per la matematica, l’Università: “Dolore profondo”

Giovedì mattina, alla Cattolica di Brescia, si osserverà un momento di preghiera. Il messaggio del rettore: "Dramma improvviso, vicini alla famiglia "

“Con dolore profondo, l’Università Cattolica del Sacro Cuore esprime le sue condoglianze ai genitori e ai parenti di Veronica Cadei, studentessa accolta quest’anno nella grande famiglia del nostro ateneo a Brescia e scomparsa in modo improvviso e drammatico per una malattia”. Questo il messaggio del rettore dell’Ateneo, Franco Anelli, dopo la morte della studentessa 19enne di Villongo. 

Giovedì mattina, in università,  si osserverà un momento di preghiera. “L’intensità della commozione – si legge sul sito dell’ateneo – si accompagna a quella delle nostre preghiere e a un sentimento di sincera vicinanza a tutti coloro che oggi piangono la perdita di una persona cara. L’Università è in stretto contatto con le autorità sanitarie e ha seguito tutte le indicazioni giunte dai presidi medici, innanzitutto quelle per sottoporre a profilassi gli studenti del primo anno iscritti alla stessa facoltà di Veronica. Le lezioni in via Musei – specifica l’università – proseguono regolarmente poiché non ci sono motivi di contagio”.

Il decesso martedì mattina, agli Spedali civili di Brescia. Veronica abitava con i genitori – papà Paolo e mamma Debora Poli – e la sorella di 16 anni – Nicoletta -, in via Maroncelli a Villongo. Lunedì pomeriggio era in università, dove stava regolarmente seguendo le lezioni. Improvvisamente ha iniziato a sentirsi male. Un collega l’ha accompagnata al Pronto soccorso degli Spedali, dove i sanitari hanno deciso di ricoverarla, vista la febbre alta. In un primo momento le sue condizioni non sembravano gravi, ma con il trascorrere delle ore il quadro clinico della ragazza si è aggravato, fino al tragico epilogo. La procura di Brescia ha disposto l’autopsia sul corpo della ragazza, in programma mercoledì per fare piena luce sulla cause della morte.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.