BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sospetta meningite, Veronica muore a 19 anni: “Non dimenticheremo il tuo sorriso”

Studiava matematica all'università Cattolica di Brescia. La Procura ha disposto l'autopsia

“Noi vogliamo ricordarti così. Sempre sorridente, disponibile, di grande cuore, pronta ad aiutare gli altri”. Non si contano i messaggi di cordoglio che riempiono la bacheca Facebook di Veronica Cadei, la studentessa universitaria morta a 19 anni causa di una sospetta meningite da meningococco.

Il decesso martedì mattina, agli Spedali civili di Brescia. Veronica abitava con i genitori – papà Paolo e mamma Debora Poli – e la sorella di 16 anni – Nicoletta -, in via Maroncelli a Villongo. Frequentava la Cattolica, a Brescia, facoltà di matematica. Lunedì pomeriggio era in università, dove stava regolarmente seguendo le lezioni. Improvvisamente ha iniziato a sentirsi male. Un collega l’ha accompagnata al Pronto soccorso degli Spedali, dove i sanitari hanno deciso di ricoverarla, vista la febbre alta. In un primo momento le sue condizioni non sembravano gravi, ma con il trascorrere delle ore il quadro clinico della ragazza si è aggravato, fino al tragico epilogo.

Veronica studiava Matematica in Cattolica a Brescia
Veronica cadei villongo meningite

La procura di Brescia ha disposto l’autopsia sul corpo della ragazza, in programma mercoledì per fare piena luce sulla cause della morte. Nel frattempo, Regione Lombardia ha avviato la profilassi antibiotica nei confronti delle persone che sono state a contatto con la 19enne nei giorni scorsi: nello specifico i famigliari di Veronica e 90 studenti universitari della Cattolica.

In corso gli accertamenti per individuare il ceppo di riferimento. “Non c’è nessun allarme, la meningite non viene trasmessa per semplice contatto diretto o tramite la presenza nella stessa stanza”, ha commentato l’assessore al Welfare della Regione, Giulio Gallera, esprimendo cordoglio alla famiglia della giovane.

“Si arriva ad un certo punto che non si capisce più cosa sia giusto e cosa sbagliato – recita un altro messaggio sulla bacheca della 19enne -. Gli eventi ti portano a pensare che l’ingiustizia abbia preso il sopravvento su tutto. Ciao Veronica, rimarrai sempre nei nostri cuori”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.