BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Take care

Informazione Pubblicitaria

I rischi delle abbuffate natalizie, l’esperta: “Ecco come prepararsi al meglio”

Abbiamo chiesto qualche consiglio alla dottoressa Giannina Percassi, dietista di Habilita

Più informazioni su

Tra poco sarà finalmente Natale. Siete preoccupati per la linea? Non è il caso, visto che basta qualche piccola rinuncia prima, per potersi sedere a tavola in tutta tranquillità durante le feste. Non possiamo non festeggiare, ma nemmeno ingrassare eccessivamente. Le feste di Natale sono le più importanti dell’anno: se non le festeggiassimo a tavola che feste sarebbero? Abbiamo chiesto quindi qualche utile consiglio alla dottoressa Giannina Percassi, dietista di Habilita.

“Pranzi, cene, aperitivi: stanno arrivando tutti quegli appuntamenti che rischiano di compromettere la forma fisica. Per prima cosa non preoccupatevi – ci confida la dottoressa Percassi – perché non siete soli, anche io devo stare molto attenta alle tentazioni. È giusto avere una vita sociale ma, allo stesso tempo, esistono alcuni semplici rimedi che possono farci rimanere in forma o comunque che aiutano a non guadagnare troppo peso. La premessa essenziale è che il corpo non ragiona a giorni nel calcolo delle calorie che vengono introdotte, ma cambia la sua composizione corporea solo dopo mesi o quantomeno settimane: una sola cena a settimana non farà di certo ingrassare. Infatti, l’eventuale aumento di peso segnalato dalla bilancia sarà esclusivamente dovuto alla ritenzione idrica e alla ricarica delle scorte di carboidrati presenti all’interno dei tuoi muscoli”.

Quindi come ci dobbiamo comportare?

Non serve una dieta ferrea – prosegue la dottoressa Percassi – ma solo qualche piccola attenzione nelle due settimane che anticipano le feste. Ecco una semplice lista da tenere come promemoria.

– Evitare qualsiasi dolce: anche i biscotti definiti ”secchi”;
– Concesso un frutto al giorno e non di più;
– Evitare succhi, spremute e bibite zuccherate o light;
– Evitare tutti gli affettati e formaggi e legumi;
– Privilegiare pesce (non in scatola), carne, uova, riso, orzo o farro;
– Concesso yogurt intero bianco o greco bianco ed evitare tutti gli yogurt frutta sia magri sia interi;
– Evitare minestrone o passato di verdure: si comportano come un cocktail di minerali e sali, rilasciati in acqua dalle diverse verdure con cui si prepara il brodo, che si combinano tra loro e che affaticano il rene senza contrastare affatto la “buccia d’arancia”;
– Evitare dado o brodi già pronti, preferire sale integrale solo a crudo meglio abbinato al secondo piatto e non al primo.

E quando arriva il momento dei pranzi di festa come dobbiamo comportarci?

Avete fatto 30 e volete fare 31?  Durante un pasto festivo ricordatevi queste poche ma utili regole:

– Evitare di saltare il pasto precedente o quello del giorno prima della festività: non mangiare per troppe ore consecutive e poi farsi sopraffare da un attacco di fame e mangiare tutto ciò che capita sotto mano, farà ingrassare più velocemente;
– Assaggiare tutte le portate senza esagerare;
– Limitare il più possibile gli alcolici: in queste occasioni di sicuro si depositano su pancia e fianchi;
– Se volete fare doppia porzione scegliete il secondo piatto;
– Cercare di mangiare alimenti che di solito non si mangiano per essere appagati. Ad esempio, tra pane e patate al forno scegliete le patate perché il pane lo potete avere tutti i giorni: molto spesso essere appagati aiuta a non abbuffarsi.

E per quanto riguarda l’attività fisica? Può essere utile?

Pensare di andare a correre il giorno dopo Natale? È un esercizio interessante ma anche molto pericoloso: equivale a concentrarsi costantemente sul pensiero “finito il pranzo vado a correre”. Automaticamente la nostra mente vedrà il cibo in funzione della corsa e non come appagamento fine a se stesso, limitandoci.

Per ulteriori informazioni o per prenotare un consulto con la nostra specialista:

T 035 4815515
www.habilita.it

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.