BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Riconosciuta la dignità dei sindaci dei piccoli comuni: indennità a 1.400 euro”

“Grazie alla proposta di legge depositata da Cambiamo! alla Camera dei Deputati, 120 sindaci della provincia di Bergamo, ovvero la metà dei sindaci dell’area, vedranno aumentata la propria indennità”. Lo dichiarano i due deputati bergamaschi di Cambiamo! Alessandro Sorte e Stefano Benigni. 

“Aumenta l’indennità per i sindaci dei comuni sotto i tremila abitanti. Con l’approvazione dell’emendamento proposto dal Gruppo Partito Democratico al Dl Fisco in commissione Finanze alla Camera, dal primo luglio 2020 i primi cittadini dei piccoli comuni potranno avere una retribuzione di 1400 euro. Per raggiungere questo obiettivo è prevista una compartecipazione del ministero dell’Interno per 10 milioni di euro”. Lo afferma in una nota il deputato democratico Claudio Mancini.

”L’emendamento raccoglie il contenuto di una mia proposta di Legge – presentata d’intesa con il presidente dell’associazione Ali Matteo Ricci, sindaco di Pesaro – che mira a un vero e proprio riconoscimento della dignità del lavoro di chi concretamente ogni giorno si impegna per la propria comunità”, conclude Mancini.

I parlamentari Alessandro Sorte e Stefano Benigni di Cambiamo! rivendicano la paternità di questa misura adottata.

“Grazie alla proposta di legge depositata da Cambiamo! alla Camera dei Deputati, 120 sindaci della provincia di Bergamo, ovvero la metà dei sindaci dell’area, vedranno aumentata la propria indennità”. Lo dichiarano i due deputati bergamaschi di Cambiamo! Alessandro Sorte e Stefano Benigni. 

“In Commissione finanze – a notte inoltrata – abbiamo sottoscritto e approvato all’unanimità, l’emendamento volto ad aumentare l’indennità dei primi cittadini dei comuni fino a 3mila abitanti. Si tratta di un primo importante passo per riconoscere la giusta dignità ai nostri Sindaci e un bel segnale di unità. L’aumento non andrà a gravare sui cittadini, ma sarà in buona parte a carico dello Stato con un fondo iniziale di 10 milioni di euro. È un inizio ma non è ancora abbastanza. Ho chiesto che per il futuro si possa infatti partire dalla nostra proposta di legge che prevede l’aumento proporzionale delle indennità di tutti i Sindaci, da finanziare con le risorse risparmiate grazie al taglio del numero dei Parlamentari. Siamo al lavoro per dare più poteri, più forza e più attenzione a chi ogni giorno lavora con grandi responsabilità per garantire servizi ai territori. Siamo soddisfatti che la proposta di Cambiamo! sia stata accolta, anche se solo in parte, ma siamo convinti che sia volontà del Parlamento impegnarsi in questa direzione. A partire dal 2020 dunque, i primi cittadini di Comuni sotto i 3000 abitanti vedranno aumentata la propria indennità e nel caso della bergamasca, sono 120 i Sindaci interessati da questo provvedimento”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.