BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti, piazza d’onore per Jakob Dorigoni fotogallery

Il 21enne di Vadena, protagonista su strada con la maglia del Team Colpack, ha terminato la competizione internazionale alle spalle del tedesco Sasha Weber

Si è conclusa con un secondo posto amaro la quarantunesima edizione del Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti per Jakob Dorigoni (Selle Italia Guerciotti Elite).

Il bolzanino, protagonista su strada con la maglia del Team Colpack, ha tagliato il traguardo dell’Idroscalo alle spalle del tedesco Sascha Weber (Mountainbike Friburg) nonostante una foratura che nel finale lo ha penalizzato.

Particolarmente attivo nelle prime fasi di gara, il 21enne di Vadena ha preso il largo attorno al quinto giro quando, sfruttando un’indecisione di Gioele Bertolini (Cervelo FSA Cx Pro Team), è riuscito a guadagnare oltre 10 secondi sugli inseguitori.

Ripreso poco dopo da un drappello di cinque atleti, il campione italiano Under 23 si è mantenuto nelle prime posizioni gestendo gli allunghi degli avversari sino alla conclusione dove un problema meccanico gli ha negato il primo successo nella competizione internazionale.

“Volevo vincere, soprattutto qui in casa, con questo spettacolo la voglia era ancora più grande – ha dichiarato Dorigoni dopo l’arrivo -. Io ci ho provato fino in fondo, peccato che proprio nell’ultimo tratto di percorso ho bucato e in volata sono rimasto a zero. Sono comunque contento. Per me è la terza gara stagionale e sto già abbastanza bene e questo mi dà fiducia per il futuro”.

In campo femminile assolo di Francesca Baroni (Selle Italia Guerciotti Elite) che in riva al “Mare di Milano” ha coronato una cavalcata solitaria davanti a una coriacea Rebecca Gariboldi (Team Cingolani).

In campo bergamasco prestazione incoraggiante per Silvia Persico (L’Equilibrio-MTB) ha terminato le proprie fatiche in quinta posizione, distante 1’37” dalla milanese.

Per lunghi tratti in lotta per il podio con Sara Casasola (DP66 GiantSmp) e Alessia Bulleri (Merida Italia Team), la 22enne di Cene ha ceduto nelle ultime tornate sulla spinta della giovane friulana, collocandosi così nella top five al termine di una volata incerta con Gaia Realini (Vallerbike).

Più indietro la rientrante Chiara Teocchi (Bianchi Countervail), tredicesima, e la dalminese Nicoletta Bresciani (Scott Racing Team) che, nonostante il diciassettesimo posto conclusivo, ha conservato la maglia di leader del Trofeo Lombardia.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.