BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Frozen 2: Elsa e Anna tornano sullo schermo con nuove magiche avventure

Senza dubbio un buon risultato, viste le grandissime aspettative che pesavano sulle spalle di questo secondo film

Più informazioni su

Titolo: Frozen II – Il segreto di Arendelle

Regia: Jennifer Lee, Chris Buck

Attori: Serena Autieri, Serena Rossi, Enrico Brignano, Paolo De Santis

Durata: 103 minuti

Giudizio: ***

Programmazione: UCI Cinemas Orio

La pace regna finalmente sovrana ad Arendelle e Anna vorrebbe che durasse per sempre. Dopo le grandi avventure del primo capitolo, è riuscita a ricostruirsi una famiglia con Elsa, la sorella dotata di poteri magici, Kristoff, l’amore della sua vita, Sven, la renna “parlante” e Olaf, il simpatico pupazzetto di neve. Insieme, hanno raggiunto l’equilibrio perfetto.

A rompere improvvisamente questo equilibrio, una notte, arriva una voce. Un canto, un richiamo che solo Elsa può sentire e che le riporta alla mente ricordi della sua infanzia. Tenta di ignorarla, ma la voce si fa sempre più forte, più insistente. La tiene sveglia la notte.

Così, insieme ai suoi fedeli compagni di avventura, Elsa si inoltra nella foresta incantata, quella di cui suo padre le aveva raccontato un tempo, alla ricerca di quella voce.

Ognuno, inizialmente, ha la sua missione: Anna è ossessionata dal tenere al sicuro Elsa; Elsa è disposta a tutto per trovare l’origine della sua natura; Kristoff vorrebbe solo dimostrare ad Anna il suo affetto; e i poveri Sven e Olaf seguono fedelmente i rispettivi eroi.

Gli spiriti di Acqua, Aria, Fuoco e Terra, infuriati, li disperdono spingendoli tutti in direzioni diverse. Ma il coraggio e l’affetto che provano gli uni per gli altri li riporteranno sullo stesso cammino, uniti più di prima nel voler raggiungere lo stesso obiettivo: rivendicare i torti inflitti ingiustamente alla natura da uomini malvagi venuti prima di loro.

Se l’eroina del primo film era Anna, in questo film l’eroina indiscussa è Elsa, che acquista finalmente piena consapevolezza della sua natura e non ha più paura di mostrarla e mostrarsi per quello che è: una dea sovraumana, una sorta di Lady Godiva con i vestiti, a cavallo del suo destriero ghiacciato.

Senza dubbio un buon risultato, viste le grandissime aspettative che pesavano sulle spalle di questo secondo film, più maturo rispetto al primo, ma sempre con la giusta dose di magia e divertimento.

Insuperabile Olaf, che con la sua drammatica interpretazione riassuntiva del primo capitolo, riesce a far divertire grandi e piccini.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.