BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Derby col Brescia, Gasp sta con i tifosi: “Meritavano di esserci tutti”

"Gara particolare, non conta la differenza di classifica". Tornano Ilicic e Malinovskyi, squalificato Toloi, indisponibili Zapata e Kjaer

Soluzioni obbligate in difesa (probabili Masiello, Djmsiti, Palomino, con Toloi squalificati e Kjaer affaticato, non convocato) e qualche scelta in più in attacco, dove manca solo Zapata e potrebbe rientrare dall’inizio Ilicic con alle spalle Pasalic e Gomez: così l’Atalanta alla vigilia della sfida con il Brescia.

Gasperini, che derby sarà? “I derby sono sempre partite un po’ diverse, l’attesa dei tifosi è particolare, quindi anche la differenza di classifica si sente meno. Bisogna giocare bene con la massima concentrazione. Per noi è una partita molto importante dopo alcuni risultati che ci hanno un po’ rallentato”.

Però nelle ultime partite avete spinto al massimo… “Ci deve fare forza, la squadra sta bene fisicamente, avrenno preferito giocare domenica ma arriviamo da due partite con buona spinta e non è facile per nessuno tenere questi ritmi. Abbiamo qualche acciacco, Kjaer affaticato e Toloi squalificato, stavolta siamo un po’ contati in difesa”.

Invece in attacco ha più scelta con Muriel e Ilicic… Gasp sorride: “Si per fortuna, ci sono e anche con Malinovskyi respiriamo meglio almeno in attacco. Anche per avere la possibilità di inserire qualcuno dalla panchina. Come stiamo? Questa è una squadra che si rigenera sempre, trova sempre le motivazioni e il derby dà una grande spinta. Siamo abituati a partite molto ravvicinate e abbiamo voglia di ripartire anche in campionato. Dopo qualche squalifica che ci ha un po’ frenato”.

Con la Dinamo avete ritrovato i gol degli attaccanti, serviranno anche col Brescia: “Questa è una squadra che fa tanti gol e gli attaccanti sono sempre determinanti, adesso ci siamo. Poi c’è il Papu che si sdoppia, è un giocatore universale e quando sta bene mentalmente e fisicamente ha capacità tattiche per giocare in più ruoli. Dispiace non averlo incontrato prima ma con il gol ha avuto la consacrazione in Champions come meritava”.

Un derby con tifosi in sciopero? “Mah, a vote queste sono partite belle più per la coreografia che in campo. Forse i tempi sarebbero maturi per riportare pubblico allo stadio, non per allontanarlo. Io in quattro anni a Bergamo non ho mai visto episodi di violenza e bisognerebbe incentivare questo aspetto. La tifoseria di Bergamo merita, credo che la gente non abbia più voglia di scontrarsi, magari, solo di prendersi in giro”…

Che Brescia sarà? E Balotelli? “Il Brescia non sta vivendo un grande momento, ma a noi conviene concentrare le risorse su noi stessi… Balotelli è un problema del Brescia però mi era piaciuta molto all’inizio la sua scelta di cuore, di giocare a Brescia. Non ho seguito le ultime polemiche”.

In passato Atalanta e Brescia si giocavano la salvezza o la promozione in A, ora i valori sono molto diversi: è un derby un po’ strano? “No, il derby è diverso dalle altre partite, noi dobbiamo calarci con molta umiltà in questo impegno e se guardiamo la classifica commettiamo un grande errore. Sarà una gara molto combattuta, temo più la disperazione del Brescia”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.