Quantcast
Partecipazione, ambiente e diritti: un manifesto per i giovani di Bergamo - BergamoNews
Provincia e csv

Partecipazione, ambiente e diritti: un manifesto per i giovani di Bergamo

L'iniziativa è promossa dalla Provincia di Bergamo che a partire dal 25 novembre coinvolgerà diverse decine di ragazzi di età compresa fra i 18 e i 30 anni.

Un manifesto per dare voce ai giovani: è questa l’iniziativa promossa dalla Provincia di Bergamo che a partire dal prossimo 25 novembre coinvolgerà diverse decine di ragazzi di età compresa fra i 18 e i 30 anni.

Il progetto, nato dalla collaborazione fra l’ente e il Centro di Servizio per il Volontariato di Bergamo, consentirà alle nuove generazioni di metter in evidenza le proprie esigenze alle istituzioni partendo dal dialogo su temi caldi come partecipazione, ambiente e diritti.

“Si tratta di una proposta innovativa che, da una parte consente di ascoltare le richieste dei giovani, dall’altra obbliga la politica a rispettare questi impegni– spiega Marco Redolfi, consigliere provinciale delegato alle politiche giovanili -. Il documento spero possa esser il primo di una serie di provvedimenti che possano seguire questa direzione”.

“Questa non deve esser semplicemente una manifestazione di interessi o un elenco di concetti, ma piuttosto un elaborato contenente azioni concrete che si possano attuare anche a livello locale – osserva Oscar Bianchi, presidente del CSV di Bergamo -. Il nostro obiettivo è anche quello di creare legami con il settore del volontariato, consentendo a coloro che operano fuori dalle associazioni ad avvicinarsi a questo campo”.

Programmato su tre serate, il percorso coinvolgerà i partecipanti in alcuni laboratori tematici con sede a Bergamo, Nembro, Dalmine e Romano di Lombardia che avranno modo di confrontarsi con i membri di alcune organizzazioni come Fridays for Future, Legambiente, Infosostenibile, Avis e Acli provinciali.

“Da molti anni ci occupiamo di inclusione e di cooperazione internazionale, per cui ci tenevamo ad esser parte di ciò – illustra Daniel Cabrini, operatore di Cooperativa Ruah e Fondazione Chizzolini -. Questa potrebbe trattarsi di una grande occasione per i ragazzi per consegnare una risposta forte alle autorità in merito ad argomenti come questi”.

Terminata la fase di elaborazione, il manifesto verrà prima presentato alla cittadinanza e poi discusso in Consiglio Provinciale, come sottolineato da Redolfi: “L’idea è quella di condividerlo con tutti i partiti così da poterlo successivamente promuovere fra i comuni del territorio”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI