BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un convegno per presentare lo sportello per la sicurezza alimentare a Bergamo

Il è servizio pensato per affiancare e accompagnare le imprese della ristorazione, i pubblici esercizi, le gastronomie, i negozi di vendita di alimenti, le mense nel raggiungimento di standard qualitativi di eccellenza, a tutela dei consumatori e degli imprenditori stessi

Il tema dell’alimentazione è più che mai attuale. I consumatori sono sempre più attenti a ciò che mangiano, stimolati da un’attenzione mediatica non sempre accurata. Il vizio di gridare allo “scandalo” rischia di arrecare danni incalcolabili alla filiera senza riuscire a salvaguardare la salute pubblica. “Parlare di sicurezza alimentare significa fare informazione seria – spiega Davide Chiari, responsabile sicurezza Confesercenti -, a beneficio del benessere comune e di un settore economico strategico per l’Italia intera. Significa lanciare un forte richiamo alla valorizzazione del territorio, della stagionalità, dei prodotti tipici, nel rispetto rigoroso delle regole e dell’ambiente in cui si vive”. Ecco perché non si tratta solo di limiti e di norme, ma semmai di “buone pratiche” in grado di rafforzare il legame di fiducia tra produttori, esercenti e consumatori finali.

Su questi temi e con questi obiettivi Confesercenti Bergamo organizza il convegno “La sicurezza alimentare: rischi, garanzie e nuove prospettive”, che vedrà gli interventi di numerosi esperti del settore.

Sarà l’occasione per presentare l’attività dello Sportello di sicurezza alimentare di Confesercenti, servizio pensato per affiancare e accompagnare le imprese della ristorazione, i pubblici esercizi, le gastronomie, i negozi di vendita di alimenti, le mense nel raggiungimento di standard qualitativi di eccellenza, a tutela dei consumatori e degli imprenditori stessi. Lo Sportello fornisce un servizio di primo orientamento ed informazione alle imprese agroalimentari, oltre che di consulenza alle imprese in materia di sicurezza e igiene alimentare.

I suoi obiettivi: promuovere e diffondere la cultura della sicurezza alimentare attraverso l’informazione e la formazione; rendere i vincoli legislativi una opportunità di crescita per le aziende garantendo la miglior sicurezza per i cittadini; salvaguardare l’ambiente per garantire un futuro sostenibile e sano; elaborazione e finalizzazione di progetti innovativi tramite l’accesso ai finanziamenti pubblici; promuovere l’occupazione.

Programma del convegno del  25 Novembre 2019 al Centro Congressi Papa Giovanni XXIII di Bergamo:

Ore 14.45 Registrazione dei partecipanti

Ore 15.00 Saluti istituzionali

Elena Fontana, Presidente di Confesercenti Bergamo

Giampaolo Angelotti, Presidente Fiesa Confesercenti

Ore 15.15 Interventi

Gaetano Pergamo, Direttore Fiesa Confesercenti – Introduzione

Rosario Trefiletti, ex presidente Federconsumatori – Consumatori e alimenti, tra certezze e paure

Antonio Sorice, Direttore Dipartimento Veterinario ATS Bergamo – Il ruolo del servizio sanitario nazionale e la possibile alleanza con le imprese

Roberto Amaddeo, responsabile food policy Comune di Bergamo – La sicurezza alimentare come fattore di sviluppo sostenibile

Federico Fontana, docente Istituto tecnico professionale alberghiero San Pellegrino – Il ruolo della formazione per una cultura della sicurezza alimentare

Due casi importanti di aziende bergamasche:

Ruggero Moretti, Gruppo Moretti – Il controllo alimentare nella produzione: il caso della filiera delle uova

Corrado Leoni, Vi.Cook – La sicurezza alimentare come fattore di sviluppo aziendale

Conclusioni

Davide Chiari, responsabile sicurezza Confesercenti Bergamo – L’affiancamento di Confesercenti alle PMI: lo Sportello alimentare

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.