BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Principio d’incendio sul treno diretto a Treviglio, passeggeri a piedi

Non sono mancate le proteste dei pendolari

Più informazioni su

Principio di incendio sul treno regionale partito nella mattinata di venerdì 22 novembre da Cremona e diretto a Treviglio. Una fiammata ha interessato la carrozza di coda, che si è riempita in fretta di fumo. Sono intervenuti i vigili del fuoco e i passeggeri, una trentina, sono scesi dal convoglio in aperta campagna per poi raggiungere a piedi la stazione della Bassa.

Trenord, società che gestisce il servizio ferroviario regionale lombardo, ha organizzato un bus sostitutivo. Minimi i danni al mezzo, tante le proteste dei pendolari, ancora una volta costretti ad una mattinata di disagi.

“A parte lo spavento, stanno tutti bene. È l’ennesima dimostrazione dell’inaffidabilità dei mezzi e della necessità di avere al più presto treni nuovi sulle nostre linee”, ha scritto in un post su Facebook il consigliere regionale del Pd, Matteo Piloni.

In merito a quanto accaduto, Trenitalia ha diffuso in serata una nota: “In riferimento all’evento odierno relativo a un principio di incendio a un treno Trenord presso Treviglio, Trenitalia precisa che il treno è una ALe 582 (582 044) conferita a Trenord il 12 maggio 2012 dalla Direzione regionale Lombardia. È un treno quindi le cui attività di manutenzione sono da 7 anni di competenza Trenord. Il guasto odierno è riconducibile, quindi, alle attività del manutentore che, fin dalla consegna del treno, sono di competenza esclusiva di Trenord. Trenitalia sta rispettando gli impegni di supporto a Trenord per quanto riguarda la flotta treni. Nel 2018 sono stati consegnati 14 treni mentre entro gennaio 2020 saranno consegnati altri 10 treni, di questi già 6 entro novembre 2019. Inoltre, Trenitalia ha ceduto a Trenord quota parte dell’Accordo quadro con le imprese costruttrici per la fornitura dei treni nuovissima generazione Rock e Pop, per un totale di 15 treni che saranno in consegna a partire da dicembre 2019. Consegna che sarà completata entro giugno 2020”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.