BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Claudia Contin Arlecchino inaugura la stagione di Teatro Erbamil

Il 22-23 novembre verrà proposta una tre giorni dedicata alla commedia dell’arte

Si alza il sipario sulla 30esima stagione del Teatro Erbamil. A inaugurarla sarà l’attrice e regista Claudia Contin Arlecchino, con una tre giorni dedicata alla commedia dell’arte il 22-23-24 novembre.

Una scelta che vuole valorizzare il ruolo della scuola di teatro oltre che della stagione di spettacoli, nella formazione di un gusto e di una cultura teatrale sul territorio, ispirata dal linguaggio del comico che caratterizza fin dagli esordi la programmazione e la produzione Erbamil. Per questo motivo si fa riferimento all’esperienza della commedia dell’arte, invitando una delle maggiori interpreti della maschera di Arlecchino.

Claudia Contin Arlecchino, oltre a essere un’attrice, ha dedicato la vita alla ricerca e allo studio delle maschere, raccogliendo i propri studi in numerose pubblicazioni. L’ultima di queste, l’edizione aggiornata del libro “Gli abitanti di Arlecchinia”, verrà presentata alla biblioteca di Ponteranica il 22 novembre, aprendo la tre giorni che la vedranno impegnata nell’omonima conferenza-spettacolo sulle maschere della commedia dell’arte, il 23 novembre alle 21, nonché a condurre lo stage “Poesia e comicità nella commedia dell’arte”, da venerdì 22 a domenica 24 novembre.

Ecco il programma.

Venerdì 22 novembre
– Alle 18.30 alla biblioteca civica di Ponteranica presentazione del nuovo libro “Gli abitanti di Arlecchinia – Favole didattiche sull’arte dell’attore dal 1991 a oggi”, di Claudia Contin Arlecchino. Nuova edizione riveduta e ampliata dall’autrice, per la collana Porto Arlecchino.
Introducono Fabio Comana e Manuela Carrasco di Erbamil Teatro; presentazione a cura di Maria Grazia Panigada.

Ci sarà un incontro con l’autrice accompagnato da proiezioni e musiche a cura di Luca Fantinutti.
“Gli abitanti di Arlecchinia”, atto unico in forma di monologo, è il cavallo di battaglia di Claudia Contin Arlecchino dal 1991, data del debutto a Roma di questo copione. Una dimostrazione d’attore che fa conoscere la commedia dell’arte attraverso la presentazione dei suoi personaggi più famosi. Dalle fonti storiche e iconografiche alle risonanze antropologiche dei linguaggi comportamentali delle maschere italiane, l’autrice ricava strumenti originali di re-invenzione del comportamento dell’attore e del coinvolgimento del pubblico.

Sabato 23 novembre
– Alle 21 all’Auditorium comunale di Ponteranica andrà in scena lo spettacolo interattivo “Gli abitanti di Arlecchinia – Favole didattiche sull’arte dell’attore dal 1991 a oggi”, di e con Claudia Contin Arlecchino”, con musiche a cura di Luca Fantinutti.

Un’occasione per vedere dal vivo e in originale il contenuto del primo manuale pratico sui caratteri della Commedia dell’Arte. Una lezione spettacolare e divertente che coinvolge il mestiere dell’attore e il mestiere dello spettatore, in un’unica avventura teatrale che diventa esperienza reciproca come è il mito della commedia dell’arte e la caleidoscopica storia delle maschere italiane nel mondo.

Dal 22 al 24 novembre workshop teatrale “Poesia e comicità nella commedia dell’arte”, con Claudia Contin Arlecchino e Luca Fantinutti. Si svolgerà venerdì sera – sabato e domenica mattina all’Auditorium comunale di Ponteranica, nell’ambito delle attività didattiche della scuola di Teatro Erbamil “Accademia dello stupore”.

Un’occasione per incontrare i maestri del laboratorio Porto Arlecchino, esperti nell’artigianato della commedia dell’arte sotto ogni punto di vista: dalla fabbricazione delle maschere in cuoio, all’allenamento del corpo e della voce dell’attore comico, alla drammaturgia e messa in scena di una Nuova commedia in maschera per il Terzo Millennio. Claudia Contin Arlecchino e Luca Fantinutti condenseranno in tre giornate le nozioni base per declinare il corpo poetico del mimo, il corpo comico del clown e il corpo grottesco della maschera, verso un unico e coerente bagaglio di competenze per l’attore contemporaneo. Lo stage è appositamente pensato per accompagnare le specifiche linee didattiche dell’Accademia dello Stupore diretta da Fabio Comana.

Il programma, tarato sul breve corso monografico di un week-end in tre incontri, comprende: impostazione preriscaldamento delle deformazioni fisiche grottesche della Commedia dell’Arte; il neutro corporeo e le fasce caratteriali espressive del corpo umano; il comportamento fisico di alcuni dei principali archetipi della Commedia dell’Arte; il training d’attore nella Commedia dell’Arte; personalizzazione del rapporto tra corpo, volto e maschera; consigli ed esperimenti per l’uso del grottesco nel teatro contemporaneo; poetica del grottesco in versi, ritmi, musica, lazzi e scherzi.
Contestualmente alla presentazione del libro, venerdì 22 alle 18.30 alla biblioteca di Ponteranica si terrà la presentazione del programma della stagione teatrale che avrà inizio il 18 gennaio 2020.

Per informazioni: www.erbamil.it

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.