Quantcast
Bergamo Pride si spacca: due marce dell'orgoglio gay in città nel 2020? - BergamoNews
Tensioni

Bergamo Pride si spacca: due marce dell’orgoglio gay in città nel 2020?

Arcigay Bergamo Cives annuncia una seconda data, rifonda il comitato originario dopo le critiche sul risultato poco positivo ottenuto nel 2019, quando si è passati da 10.000 partecipanti a 3.000

Nel 2020 (se non cambieranno le cose) si terranno due Bergamo Pride. E non sembra tanto un raddoppio, quanto un dimezzamento. Il 19 settembre la portavoce del Comitato Bergamo Pride Cecilia Riva aveva annunciato con grande anticipo la data dell’evento dell’orgoglio gay (il terzo per Bergamo) per il prossimo 13 giugno “Abbiamo scelto di annunciare la data così presto per questioni logistiche, ma anche per invitare tutti a partecipare. Siamo stati molto contenti del corteo del 2019, molto partecipato anche se si è svolto sotto una pioggia battente, ma ascoltando le richieste di molti per il 2020 abbiamo scelto una giornata più estiva”.

Oggi invece dall’Arcigay, a quanto pare per niente contenti di come è andata l’edizione 2019, giunge l’annuncio che organizzeranno un Pride il 30 maggio. “Dopo la nascita del nostro comitato nel Gennaio 2018 per il primo Bergamo Pride, come riportato dagli organi di stampa (leggi) – spiega Marco Arlati, portavoce di Arcigay Bergamo Cives – avevamo deciso nel settembre 2018 di provare a fondere i due comitati che si erano creati, pur con molti dubbi e perplessità, per valutare se fosse possibile averne uno solo. Purtroppo l’esperienza è stata molto negativa. Nell’ultimo anno quasi tutti i membri del nostro comitato si sono allontanati a causa della gestione di chi aveva ruoli di rappresentanza nel comitato. Ancora più grave la continua e voluta limitazione del ruolo delle associazioni, per favorire soggetti singoli. Una totale mancanza del ruoli di rappresentanza delle associazioni presenti nel comitato e l’incapacità di valutare i risultati ottenuti nel secondo Bergamo Pride”.

Arcigay dice di aver chiesto più volte una seria e profonda riflessione sul risultato poco positivo ottenuto, passando da 10.000 partecipanti a 3.000, ma soprattutto la mancanza di famiglie e tanti cittadini. “Inoltre abbiamo più volte chiesto un cambio di gestione, riportando al centro le associazioni e il valore del terzo settore, limitando i personalismi di pochi soggetti che vogliono essere i detentori del Bergamo Pride. Il Pride è di tutti e si deve basare sul valore enorme che le associazioni svolgono da anni sul territorio. Molte persone hanno scritto ad Arcigay Bergamo Cives per sottolineare che lo spirito e il clima durante la parata finale del 2019 era molto diverso da quello del primo anno, sembrava un’altra manifestazione, slogan contro le multinazionali e altri argomenti che con il Bergamo Pride nulla hanno a che vedere”.

E prosegue: “Abbiamo cercato fino all’ultimo di chiedere confronti senza avere risposta. Come associazione abbiamo quindi deciso di non rinnovare la nostra presenza nel comitato attuale, ormai sfibrato e completamente svuotato di associazioni e di membri del nostro ex comitato che aveva dato origine al Bergamo Pride, attendendo l’elezione dei nuovi organi dirigenziali avvenuta a Settembre, per valutare se ci fosse o meno un cambio di rotta, ma questo non è successo anzi, le figure elette sono coloro che hanno creato contrasti, annullato il valore delle associazioni, creando un clima negativo che ha allontanato tantissimi volontari e persone”.

Per questi motivi Arcigay Bergamo Cives rilancia la creazione del comitato già creato nel gennaio 2018: BERGAMO PRIDE – Educare alle differenze per combattere l’odio: “Il nostro obiettivo è riportare centrale l’azione del terzo settore e delle associazioni, potenziato dai singoli volontari che vorranno unirsi in questo nuovo progetto. Il pride che verrà organizzato sarà in data 30 Maggio 2020, e come sempre aprirà tutti i pride della Lombardia: 6 Giugno Pavia, 13 Giugno Varese, 21 Giugno Lecco e 30 Giugno Milano”.

Attualmente il comitato “Educare alle differenze per combattere l’odio” è composto da: Arcigay Bergamo Cives, ABCS – Associazione contro il bullismo scolastico, La Casa delle Donne, City Angels Bergamo, Cives Volley Bergamo, Associazione Cooperativa Fosforo, Cives Calcio Bergamo, Marco Arlati, Andrea Esposito, Chiara Medolago, Maria Teresa Ruiz Patino, Cristian Borgosano, Michela Fumagalli, Michael Tirloni, Roberto Bertoletti, Alessandro Naso, Enrico Caldo, Marco Morosini, Ivan Nastasi, Andrea Viscardi, Agostino Sorbo, Maria Margherita Sciacca, Silvia Capelli, Marilisa Schenatti.

Coordinatore generale è Andrea Esposito e la segreteria operativa è affidata ad Arcigay Bergamo Cives.

Hanno aderito al Bergamo Pride 30 Maggio 2020:
Arcigay Nazionale
Arcigay Varese e Como
Arcigay Brescia
Arcigay Pavia
Arcigay Mantova
Arcigay Cremona
Arcigay Milano
Renzo e Lucio – Lecco

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI