BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albino: contributi ai bambini che nasceranno dal 2020

"L’intenzione dell’amministrazione, che sarà formalizzata con una successiva delibera di Giunta, è quella di dare un contributo di 500 euro al momento della nascita" dichiara il vicesindaco Daniele Esposito

Una misura per arrestare il calo demografico decisa durante la seduta del Consiglio Comunale di venerdì 15 novembre: contributi alle famiglie per i bambini nati dal 2020. A proporla è stato il vicesindaco ed assessore ai Servizi Sociali e alle Attività Produttive, Daniele Esposito.

Il Regolamento per la concessione di contributi economici ai bambini nati da genitori albinesi, votato in consiglio comunale, istituisce per la prima volta ad Albino una misura di sostegno economico comunale diretto ai genitori che avranno almeno un figlio a partire dal 2020.

“L’intenzione dell’amministrazione, che sarà formalizzata con una successiva delibera di Giunta, è quella di dare un contributo di 500 euro al momento della nascita, 200 euro dopo il primo anno di vita ed ulteriori 200 euro dopo il secondo anno di vita, prevedendo un incremento qualora il figlio sia successivo al primo” ha dichiarato Esposito.

Per motivi legati alle risorse disponibili, sono stati introdotti alcuni criteri selettivi, che nel corso degli anni e in base all’andamento della misura, potranno essere modificati. In particolare di seguito i requisiti sono:
– Prima iscrizione del bambino all’anagrafe della popolazione residente in Albino;
– Almeno uno dei genitori con età inferiore ai 35 anni;
– Almeno uno dei genitori residente ad Albino da almeno 2 anni consecutivi;
– Almeno uno dei genitori in possesso di cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea, oppure cittadino extracomunitario in possesso di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso, oppure cittadino di paesi terzi familiare di cittadino italiano o comunitario – come individuato dall’articolo 2, comma 1, lettera b) del Decreto Legislativo 6 febbraio 2007 n. 30 – titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente.

I componenti del nucleo familiare non devono trovarsi in situazione di insolvenza nei confronti del Comune di Albino e avere l’Isee minorenni inferiore a 25mila euro.

Un ulteriore elemento che valorizza la nuova misura è che il contributo dovrà essere utilizzato all’interno degli esercizi commerciali/professionali di Albino, favorendo così anche il commercio locale.
Il regolamento è stato approvato con i voti favorevoli dei gruppi consiliari della Lega, di Civicamente Albino, di Albino Progetto Civico e di Ambiente Beni comuni.

“In qualità di Assessore ai Servizi Sociali non posso che essere soddisfatto per l’approvazione da parte del Consiglio Comunale che è avvenuta anche con il voto favorevole delle minoranze – ha affermato il vicesindaco Daniele Esposito -. Questa misura si aggiunge quindi ora ad altre già attive a livello comunale che hanno come obbiettivo quello di sostenere economicamente gli Albinesi che decidono di dare alla luce una vita”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.