BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Sarnico la bandiera arancione del Touring Club: è la quarta in Bergamasca

È un marchio di qualità turistico-ambientale, assegnato alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.

La Bandiera Arancione, il prestigioso riconoscimento del Touring Club Italiano per i piccoli borghi italiani eccellenti, viene assegnato a Sarnico che diventa così la quarta località certificata nella provincia di Bergamo (dopo Almenno San Bartolomeo, Clusone e Gromo) e porta a 15 il numero di Comuni “arancioni” in Lombardia. In tutta Italia, sono 244 le località certificate.

All’estremità sud-occidentale del lago d’Iseo, il borgo ed i suoi dintorni, ricchi di ville, spazi verdi, divertimenti e spettacolari scorci sul lago offrono al turista un ideale punto di riferimento per vacanze. Il centro storico tipico e vivace, conosciuto con il nome “La Contrada”, ha strade lastricate, vicoli, scalette e portali in pietra di Sarnico, cortiletti e pittoreschi balconi.

Gli angoli più pittoreschi, oltre alla piazza con la chiesa quattrocentesca di San Paolo, sono via Scaletta e vicolo Aie, con palazzi medievali, resti di torri e murature caratteristiche. Da non perdere la pinacoteca Gianni Bellini e il sagrato di piazza SS Redentore con l’imponente facciata della chiesa parrocchiale S. Martino de Tours, in stile barocco.

Dal centro storico, si possono raggiungere i lidi dedicati alla balneazione (Fontanì, Cadè, Nettuno, Fosio) luoghi ideali per rilassarsi o cimentarsi in sport acquatici.

Nel paese, sono conservati alcuni dei maggiori esempi architettonici dello stile Liberty della Lombardia, ville e palazzi realizzati su progetti dell’architetto Giuseppe Sommaruga.

Nei numerosi negozi e botteghe del centro storico, sono acquistabili alcuni prodotti della zona, come salumi e formaggi tipici dell’area Basso Sebino – Valcalepio – Monte Bronzone, i vini della Valcalepio e della Franciacorta e la grappa Pota de “Le Distillerie di Sarnico”.

L’ultimo weekend di luglio si tiene il Sarnico Busker Festival, festival internazionale dell’arte di strada rinomato per la varietà della proposta artistica. Il terzo sabato di luglio si svolge la suggestiva processione notturna “Madonna Stella Maris” accompagnata dalle barche illuminate e conclusa da uno spettacolo pirotecnico.

Sarnico è stata premiata con la Bandiera Arancione per il contesto naturalistico di pregio e il centro storico caratteristico, ben conservato e vivace, con diversi punti vendita di prodotti tipici, ristoranti e strutture ricettive e attrattori storico-culturali ben tenuti. Per organizzare al meglio la visita sul territorio, è attivo ed efficiente un punto informativo nel centro storico, con orari estesi e ricco di materiali informativi.

Cos’è la Bandiera Arancione

Tra le tante attività a favore del patrimonio culturale e storico italiano, il Touring Club Italiano dal 1998 seleziona, certifica e promuove con la Bandiera Arancione i borghi (con meno di 15.000 abitanti) eccellenti dell’entroterra. L’iniziativa si sviluppa in completa coerenza con la natura e la storia del Touring, in linea con tutte le sue iniziative volte a prendersi cura dell’Italia come bene comune e a promuovere uno sviluppo turistico sostenibile, dove la tutela del territorio e del patrimonio è connessa all’autenticità dell’esperienza di viaggio.

La Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale, è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.