BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tremila “piastrelle” colorate: a Dossena l’albero di Natale è all’uncinetto

L'iniziativa "Un filo che unisce" è partita da Trivento, paese del Molise e gli abitanti di Dossena da aprile sono al lavoro per il loro abete che ha anche un significato anti-violenza sulle donne

Sarà un Natale decisamente originale quest’anno a Dossena. Da tradizione, gli addobbi dovrebbero iniziare a comparire l’8 dicembre (giorno dell’Immacolata), ma quest’anno, nel paese della Valle Brembana, il periodo natalizio inizia ufficialmente sabato 23 novembre, quando, sul sagrato della chiesa, verrà inaugurato un albero di Natale fatto interamente all’uncinetto.

Sei metri d’altezza (che diventano 7 e mezzo con la stella sulla punta), 2 metri e 70 di diametro, 8 metri di circonferenza, tutti ricoperti da circa 3mila piastrelle di lana (lato di 12 cm) fatte interamente all’uncinetto. Questi i numeri dell’albero di Natale creato da una ventina di abitanti di Dossena, all’opera già da aprile. “Un’idea nata lo scorso anno, prendendo spunto dall’albero di Natale di lana fatto a Trivento, in Molise(nella foto in basso) spiegano Mara Lalla, Maria Grazia Gadda e Rina Belotti, volontarie della biblioteca comunale di Dossena. L’idea ha preso forma lo scorso aprile quando, insieme ad un gruppo di donne del paese brembano, le volontarie della biblioteca si sono messe all’opera per realizzare le piastrelle di lana che andranno a ricoprire una struttura in ferro dal peso di circa 5 quintali, realizzata dalla sezione dei fanti di Dossena.

albero unicinetto dossena nostra

Il paese della Valle Brembana, grazie a questa installazione, si unisce idealmente ad altri 37 paesi sparsi per l’Italia, grazie al progetto “Un filo che unisce. Da Trivento a..”. Un albero di Natale interamente fatto da dossenesi, che diventa un gigantesco addobbo per le feste, ma che porta con sé un messaggio ben più importante, spiegato anche da Fabio Bonzi, sindaco di Dossena: “Il significato del lavorare a maglia ha un valore terapeutico e di denuncia rispetto alla violenza domestica contro le donne: lana e uncinetto escono da casa (luogo naturalmente deputato al loro utilizzo), rompendo simbolicamente il muro di silenzio che alimenta la violenza e imprigiona”.

albero unicinetto dossena nostra

“Un lavoro lungo e laborioso, che all’inizio ci ha un po’ spaventato – spiegano le volontarie – ma, grazie anche all’entusiasmo nell’affrontare questo progetto ed il significato profondo dell’opera, siamo riuscite a portarlo a termine. Indubbiamente, lavorare insieme per quasi otto mesi ha contribuito a rafforzare anche il nostro senso di comunità. Nonostante le piccole difficoltà da affrontare, siamo riuscite a realizzare una bella opera: speriamo che adesso venga apprezzata e che possa contribuire ad abbellire il nostro paese per le festività in arrivo”.

Un periodo di festa che, di fatto, inizierà domenica 24 novembre con CioccolanDossena (la festa del cioccolato) e continuerà fino all’inizio del prossimo anno. Un periodo per rafforzare il senso di famiglia e di comunità, ma anche per tenere vigile l’attenzione su un problema terribile come quello della violenza sulle donne.

albero natale uncinetto a trivento

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.