BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mondiali di corsa in montagna, argento per Francesco Puppi sulle lunghe distanze foto

Il 27enne dell'Atletica Valle Brembana ha terminato la propria prova in 3h13'04", distante 48" dallo statunitense Jim Walmsley

Si chiude con un argento dal sapore bergamasco l’edizione 2019 dei Campionati del Mondo di corsa in montagna.

A mettersi in luce sulle lunghe distanze è stato infatti Francesco Puppi che, a distanza di due anni dal titolo, è tornato a solcare un podio iridato.

Accompagnato da un clima gradevole, nella prima parte di gara il 27enne dell’Atletica Valle Brembana è rimasto in scia dello statunitense Jim Walmsley, accelerando poi lungo la salita del Cerro Bayo (1785 metri).

In grado di scollinare con qualche secondo di vantaggio sull’avversario, nella discesa finale l’azzurro ha pagato il forcing dell’americano, tagliando così il traguardo in 3h13’04” con 48” di distacco dal vincitore.

“Ci ho provato fino in fondo. Sapevo di essere in forma e l’obiettivo era di stare il più possibile vicino al leader della corsa. L’ho raggiunto sulla seconda e ultima salita. In cima ero davanti, con lui appena dietro, però nella discesa non sono riuscito a tenere il suo passo. Mi sono preso anche qualche rischio, ho dato il tutto per tutto ma non è bastato e ho perso il contatto – ha raccontato dopo l’arrivo l’allievo di Tito Tiberti-. Sono comunque felice del podio, in una gara dura ma più veloce del previsto. Il ritmo è stato subito forte e già al secondo chilometro eravamo noi due in testa, mentre gli altri sempre più staccati. Nel tratto centrale, di 13 chilometri nervosi ma molto corribili, ho continuato a rilanciare l’azione per cercare di rientrare, però l’avversario allungava e il ricongiungimento sembrava non arrivare mai. Non è stata un’annata facile perché all’inizio della stagione ho avuto un infortunio, poi dopo il quarto posto ai Mondiali di trail ho faticato un po’ a recuperare, ma da agosto in avanti la preparazione è andata bene”.

Fuori dalla top ten il veneto Luca Cagnati (Atletica Valli Bergamasche), diciassettesimo in 3h33’35”, così come il campione uscente Alessandro Rambaldini (Atletica Valli Bergamasche) e il comasco Fabio Ruga (La Recastello Radici Group), rispettivamente 24esimo e 25esimo al traguardo, risultati che hanno consentito loro di festeggiare comunque il bronzo a squadre.

Foto Marco Guiberti 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.