BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pmi Day: i ragazzi di Cenate Sotto a lezione di “resilienza” dalla Omb fotogallery

Visita ai reparti produttivi del gruppo industriale di Cenate Sotto, produttore di valvole per il settore energetico: la capacità di sviluppare le proprie potenzialità di fronte a situazioni difficili è il tratto distintivo delle persone che vi lavorano

Per essere bravi dirigenti, quadri, impiegati, operai bisogna essere resilienti. Sviluppare le proprie potenzialità di fronte a situazioni difficili e stressanti è il tratto distintivo di tutte le persone che lavorano alla OMB Valves spa. Conoscendo un termine nuovo -resilienza-, e il suo significato, sessanta ragazzi delle classi terze di Cenate Sotto dell’Istituito Comprensivo San Paolo D’Argon in occasione della 10ª edizione del Pmi Day, coincisa con il primo appuntamento di IVS (industrial valves summit) 2021 che per la prossima edizione si propone di far conoscere anche ai più giovani il settore delle valvole industriali, hanno trascorso una mattinata nel quartier generale del gruppo industriale di Cenate Sotto.

Pmi Day

Per gli studenti di Cenate Sotto la giornata, organizzata dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Bergamo che con il Pmi Day si propone di diffondere la cultura d’impresa tra i giovani, è stata l’occasione per conoscere l’OMB, gruppo a conduzione familiare, riconosciuto a livello mondiale per la progettazione e produzione di valvole per gli impianti di lavorazione di idrocarburi e prodotti petrolchimici, produzione e trasporto petrolifero e offshore e on-shore e per l’industria energetica.

Il concetto di resilienza, come anticipato, è stato il liet motiv scelto dal presidente Fabio Brevi per accompagnare i ragazzi nei diversi reparti aziendali. “Essere resilienti – ha spiegato Brevi – significa essere forti e, soprattutto, flessibili. Vuol dire sapersi adattare agli eventi senza che questi ci travolgano. Non significa assumere atteggiamenti duri ma, al contrario, è necessario possedere le risorse che permettano di valutare una situazione e comprendere quale sia la migliore azione da intraprendere”.

Fabio, insieme al fratello Simone, dirige la Omb fondata nel 1973 dal padre Pietro e oggi azienda leader del distretto bergamasco dove si trova il più importante comparto industriale al mondo per la produzione di valvole per impiego industriale. Con un fatturato di 130 milioni di euro (JV escluse) e circa 300 dipendenti il gruppo di Cenate Sotto gestisce impianti in Italia (OMB, Fluicon e Calobri), Singapore, USA (Vogt, acquisita nel 2017, e un nuovo stabilimento a Stafford, Texas) e 2 JV nel Regnod dell’Arabia Saudita (IVM e SPSV).

“La resilienza organizzativa di un’azienda – ha sottolineato il presidente del gruppo OMB – parte dalla consapevolezza di sé, dei punti di forza e dei valori guida, e dalla capacità di guardare verso il futuro, imparando dai propri errori”.

Per gli studenti di Cenate Sotto la visita è stata, prima di tutto, un’opportunità di orientamento professionale e l’occasione per osservare tutti i reparti aziendali e i macchinari utilizzati, conoscere i diversi prodotti e cogliere l’esperienza delle persone che, con le loro diverse professionalità e una dose significativa di resilienza, contribuiscono a realizzarli. I ragazzi hanno visto l’area amministrativa, dialogando con il direttore aziendale, l’area tecnica di progettazione, sviluppo e ricerca, l’area commerciale, i reparti di produzione per la fabbricazione delle valvole e l’area della logistica che gestisce il movimento delle merci in arrivo dai fornitori e dall’azienda verso i clienti. Per il gruppo industriale di Cenate Sotto la visita è stato un motivo per raccontare la propria storia, l’orgoglio, i valori e la cultura che animano lavoro quotidiano delle persone che ne fanno parte.

La mattinata si è conclusa con il saluto e un invito del presidente: “In OMB, per gestire il collaudo di una valvola o per utilizzare macchinari di ultima generazione, serve comprendere l’inglese in quanto i manuali, i comandi e le interfacce sono ormai solo in inglese. Che domani siate venditori, impiegati commerciali, impiegati amministrativi, impiegati tecnici, ingegneri od operai, è necessario conoscere l’inglese”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.