Mondiali di corsa in montagna, piazza d'onore per Cesare Maestri - BergamoNews
Atletica leggera

Mondiali di corsa in montagna, piazza d’onore per Cesare Maestri

Il portacolori dell'Atletica Valli Bergamasche Leffe ha terminato la prova iridata in 1h05'13", distante soltanto 8 secondi dallo statunitense Joseph Gray

Prima giornata di gare e prima medaglia per l’atletica bergamasca ai Mondiali di corsa in montagna.

A condurre la spedizione orobica sul podio iridato è stato Cesare Maestri che a Villa La Angostura ha conquistato la piazza d’onore nella prova maschile

Nonostante il maltempo e le basse temperature che hanno interessato la Patagonia, l’ingegnere trentino ha completato i 14,7 chilometri in programma in 1h05’13”, distante soli 8 secondi dallo statunitense Joseph Gray.

In grado di contendere a lungo il titolo all’americano, il portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe ha riportato la formazione tricolore su un podio iridato a distanza di quattro anni dall’argento di Bernard Dematteis.

“È un sogno che si realizza e sono davvero contento, anche se per l’oro è mancato veramente poco. Non era facile correre sotto il diluvio, tra fango, vento e freddo, ma ci ho creduto fino alla fine – ha dichiarato dopo l’arrivo il vice-campione europeo -. Lo statunitense Gray è andato via sulla parte più dura della salita, quindi ho notato che nei tratti più scorrevoli riuscivo a rientrare, però tra le curve della discesa non lo vedevo bene. Era una sfida anche con il terreno scivoloso, con il freddo che si faceva sentire sulle braccia, e poi c’era da attraversare due volte un torrente, ma questo è il bello della corsa in montagna, ci sono tante variabili e vanno sapute interpretare. Nell’ultima parte ho recuperato, finché a un chilometro dall’arrivo sono caduto, ma può succedere e va bene così”.

A livello bergamasco buona prestazione per Xavier Chevrier (Atletica Valli Bergamasche Leffe), nono al traguardo in 1h07’21”, mentre Alex Baldaccini e Nadir Cavagna (Atletica Valle Brembana) si sono fermati rispettivamente in ventiquattresima e trentesima posizione, conducendo così l’Italia al bronzo a squadre.

In campo femminile debutto positivo per Gaia Colli (Atletica Valli Bergamasche), quattordicesima in 1h21’27” davanti all’ex iridata Alice Gaggi (La Recastello Radici Group), al rientro dopo la maternità.

Foto Marco Gulberti

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it