BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mondiali di corsa in montagna, piazza d’onore per Cesare Maestri

Il portacolori dell'Atletica Valli Bergamasche Leffe ha terminato la prova iridata in 1h05'13", distante soltanto 8 secondi dallo statunitense Joseph Gray

Prima giornata di gare e prima medaglia per l’atletica bergamasca ai Mondiali di corsa in montagna.

A condurre la spedizione orobica sul podio iridato è stato Cesare Maestri che a Villa La Angostura ha conquistato la piazza d’onore nella prova maschile

Nonostante il maltempo e le basse temperature che hanno interessato la Patagonia, l’ingegnere trentino ha completato i 14,7 chilometri in programma in 1h05’13”, distante soli 8 secondi dallo statunitense Joseph Gray.

In grado di contendere a lungo il titolo all’americano, il portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe ha riportato la formazione tricolore su un podio iridato a distanza di quattro anni dall’argento di Bernard Dematteis.

“È un sogno che si realizza e sono davvero contento, anche se per l’oro è mancato veramente poco. Non era facile correre sotto il diluvio, tra fango, vento e freddo, ma ci ho creduto fino alla fine – ha dichiarato dopo l’arrivo il vice-campione europeo -. Lo statunitense Gray è andato via sulla parte più dura della salita, quindi ho notato che nei tratti più scorrevoli riuscivo a rientrare, però tra le curve della discesa non lo vedevo bene. Era una sfida anche con il terreno scivoloso, con il freddo che si faceva sentire sulle braccia, e poi c’era da attraversare due volte un torrente, ma questo è il bello della corsa in montagna, ci sono tante variabili e vanno sapute interpretare. Nell’ultima parte ho recuperato, finché a un chilometro dall’arrivo sono caduto, ma può succedere e va bene così”.

A livello bergamasco buona prestazione per Xavier Chevrier (Atletica Valli Bergamasche Leffe), nono al traguardo in 1h07’21”, mentre Alex Baldaccini e Nadir Cavagna (Atletica Valle Brembana) si sono fermati rispettivamente in ventiquattresima e trentesima posizione, conducendo così l’Italia al bronzo a squadre.

In campo femminile debutto positivo per Gaia Colli (Atletica Valli Bergamasche), quattordicesima in 1h21’27” davanti all’ex iridata Alice Gaggi (La Recastello Radici Group), al rientro dopo la maternità.

Foto Marco Gulberti

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.