BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alex Manzoni lascia il Casual, stellato di Bartolini: rileverà l’Osteria degli Assonica

Lo chef dirigerà la cucina del ristorante di Città Alta fino a gennaio, poi si metterà ai fornelli del locale di Sorisole che guiderà assieme al fratello Vittorio, secondo di Luca Brasi alla Braseria di Osio Sotto

Alex Manzoni da gennaio 2020 non sarà più il resident chef del Casual di Città Alta, il ristorante una stella Michelin di Enrico Bartolini. Lascia per rilevare l’Osteria degli Assonica di Sorisole, che diventerà un “affare di famiglia”: il locale, infatti, lo gestirà assieme al fratello Vittorio Manzoni, oggi secondo di Luca Brasi alla Braseria di Osio Sotto.

Chi sostituirà Alex Manzoni al Casual di Città Alta è ancora un punto di domanda. Di certo sarà un cuoco di prim’ordine, uno che possa continuare il percorso tracciato finora da Bartolini che, dopo le tre stelle Michelin conquistate al Mudec di Milano e la seconda al Glam di Venezia, sogna di portare nel giro di un paio di anni il secondo macaron anche a Bergamo (che oggi non ha nemmeno un ristorante bi-stellato).

Alex Manzoni, classe 1991, diplomato alla scuola alberghiera di San Pellegrino Terme, al Casual è arrivato nel febbraio del 2017 per sostituire Cristopher Carraro (oggi chef e patron di Impronta Ristorante, a Bassano del Grappa, con la bergamasca Laura Avogadri).

Sul suo curriculum, nonostante la giovane età, una sfilza di ristoranti di estrema importanza: il Collina di Mario Cornali (ad Almenno San Bartolomeo), l’Osteria Francescana di Massimo Bottura, il Mugaritz di Andoni Aduriz, il La Peca di Nicola Portinari, l’El Coq di Lorenzo Cogo e il La Tana Gourmet di Asiago.

Vittorio Manzoni, classe 1984
Vittorio Manzoni

Curriculum di tutto rispetto anche quello di Vittorio Manzoni, 35 anni, che dopo il diploma (sempre conseguito a San Pellegrino Terme) e l’esperienza al ristorante Al Botto alla Roncola, è partito per Monaco di Baviera per lavorare nella cucina dell’Acetaia. Poi il ritorno in Italia per la prima chiamata di Luca Brasi alla Lucanda nel Devero hotel di Cavenago Brianza, seguita dall’esperienza come chef alla Macelleria Motta di Sergio Motta, prima del ritorno da Luca Brasi, questa volta alla Braseria di Osio Sotto dove oggi ricopre il ruolo di sous chef.

Con i due fratelli Manzoni ci sarà anche Giovanna Danzo, 31 anni, moglie di Vittorio, che gestirà la sala dell’Osteria degli Assonica.

L'Osteria degli Assonica verrà rilevata dai fratelli Alex e Vittorio Manzoni
Osteria degli Assonica

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.