A Zogno un centro dedicato ai disturbi dell'apprendimento - BergamoNews
L'inaugurazione

A Zogno un centro dedicato ai disturbi dell’apprendimento

Uno spazio condiviso nel quale, attraverso incontri singoli o d’équipe, poter affrontare diverse problematiche legate al benessere

Uno spazio dove affrontare i disturbi dell’apprendimento (e non solo), nel quale il lavoro d’équipe è uno dei punti di forza: un nuovo centro polispecialistico, che viene inaugurato sabato 16 novembre a Zogno.

Sette libere professioniste che, singolarmente o attraverso un lavoro d’équipe, offrono la possibilità di affrontare diverse problematiche legate al benessere, con servizi per bambini, adolescenti, adulti, coppie e famiglie, da svolgere attraverso percorsi singoli o di gruppo, ma anche interventi nelle scuole o incontri formativi.

Laura Grigis (psicologa e psicoterapeuta), Chiara Milesi (logopedista), Giulietta Parolo (pedagogista), Renata Canova (terapista occupazionale), Arianna Magoni (nutrizionista e dietista), Claudia Frigeni (ostetrica) e Marta Carobbio (terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva): sette ragazze che mettono a disposizione la propria professionalità, all’interno di un unico spazio, nel quale affrontare diverse problematiche nel campo del benessere.

Da percorsi di sostegno psicologico e psicoterapia alla gestione dei disturbi specifici dell’apprendimento, dalla valutazione e trattamento di difficoltà linguistiche alla terapia occupazionale, dalle terapie dietetiche all’ostetricia, fino alla valutazione ed al trattamento dei disturbi dell’età evolutiva: il centro si propone come spazio comune, all’interno del quale condividere le conoscenze per effettuare anche lavori d’equipe nel trattamento dei singoli casi.

“Un progetto di spazio condiviso nato circa un anno fa” spiega Chiara Milesi, logopedista. “Ci siamo conosciute tramite alcuni pazienti in comune ed in seguito è nata l’idea di formare un’équipe con la quale, mantenendo le nostre singole professionalità, potessimo proporre un lavoro più completo e multidisciplinare”.

Lavoro d’équipe che si traduce, in sostanza, nella possibilità di un’analisi complessiva e più approfondita dei singoli casi, prendendo in considerazione diverse discipline. “Ora siamo solo all’inizio, ma vorremmo il prima possibile ottenere dalla Regione la certificazione che permetta al nostro centro di essere riconosciuto come centro accreditato per fare diagnosi in merito ai disturbi specifici dell’apprendimento”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it