BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sindaco Milesi diffida l’Agenzia delle entrate: “Riaprite l’ufficio di Zogno”

"Per l’ennesima volta - commenta - emerge con chiarezza la scelta di penalizzare la Valle Brembana che costituisce una realtà montana tra le più emarginate e periferiche della Provincia di Bergamo con Comuni dell’Alta Valle che distano anche 60 Km dalla città capoluogo".

Più informazioni su

Il sindaco di san pellegrino terme Vittorio Milesi ha inviato una dura lettera con tanto di diffida ai direttori nazionale e regionale e provinciale dell’Agenzia delle entrate e al prefetto di Bergamo per protestare contro la chiusura dell’Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate nel Comune di Zogno con competenza sull’intero territorio della Valle Brembana, ufficio che sino al 25 ottobre 2019 ha garantito il servizio al pubblico dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8.30-12.30.

Il primo cittadino di San Pellegrino, sottolinea la proposta di mozione urgente presentata dal Comune di Zogno per chiedere il pronunciamento dell’Assemblea della Comunità Montana della Valle Brembana sulla necessità del mantenimento dell’Ufficio e le numerose segnalazioni pervenute da cittadini, professionisti e imprese che lamentano i gravi disagi derivanti dalla chiusura
dell’ufficio e dalla conseguente necessità di fare riferimento agli Uffici Territoriali di Bergamo con pesante aggravio di tempo e di spesa.

Milesi inoltre critica la spiegazione dell’Agenzia delle entrate che parla di carenza di personale quando però rimangono aperti in provincia di Bergamo gli Uffici Territoriali di Clusone, Ponte San Pietro, Treviglio, Lovere, Romano di Lombardia: “Per l’ennesima volta – commenta – emerge con chiarezza la scelta di penalizzare la Valle Brembana che costituisce una realtà montana tra le più emarginate e periferiche della Provincia di Bergamo con Comuni dell’Alta Valle che distano anche 60 Km dalla città capoluogo”.

Per questi motivi chiede l’immediata riapertura dell’Ufficio di Zogno per evitare i pesanti e inaccettabili disagi che derivano ai cittadini di 37 Comuni della Valle Brembana da tale situazione e al tempo stesso un’ulteriore grave penalizzazione del territorio montano della stessa Valle Brembana e “diffida i Direttori Centrale, Regionale e Provinciale dell’Agenzia delle Entrate a ritirare il
provvedimento di chiusura dell’Ufficio Territoriale di Zogno entro e non otre il termine di 15 (quindici) giorni dal ricevimento della presente, con espresso avvertimento che decorso inutilmente il suddetto termine, la scrivente Amministrazione Comunale si attiverà per promuovere ogni utile iniziativa che consenta il ripristino sul territorio della Valle Brembana del servizio pubblico in argomento, ingiustificatamente interrotto”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.