BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

ArtDate, eventi e un convegno per l’accessibilità dell’arte ai sordi

Tra visite guidate e laboratori didattici, il fulcro del programma a loro dedicato è rappresentato dal convegno: “Patrimonio artistico e persone sorde: obiettivi e percorsi per l’accessibilità e la partecipazione” che si terrà il 15 novembre.

In occasione del IX Festival di Arte Contemporanea ArtDate | Essere Parte – Being Part of di Bergamo, una parte dei numerosi eventi sarà dedicata alle persone con disabilità uditiva. Tra visite guidate e laboratori didattici, il fulcro del programma a loro dedicato è rappresentato dal convegno: “Patrimonio artistico e persone sorde: obiettivi e percorsi per l’accessibilità e la partecipazione” che si terrà venerdì 15 novembre.

La conferenza è un’importante occasione per tutti coloro che sono interessati a riflettere, discutere ed approfondire le tematiche legate all’accessibilità dei luoghi della cultura al pubblico sordo e soprattutto, costituisce un’occasione di ritrovo per i più influenti esperti. L’iniziativa nasce da The Blank, importante network italiano per l’arte contemporanea, che può contare sull’intervento di professionisti museali provenienti dalle più importanti istituzioni italiane e d internazionali, quali Accademia Carrara di Bergamo, Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Museo BeGo – Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino, Tate di Londra.

Si tratta di un progetto che vuole essere d’esempio a quelli che seguiranno, che vuole rendere la tematica dell’accessibilità al patrimonio artistico e culturale attuale. Verranno offerti importanti spunti di riflessione per poter approfondire circa la sicurezza in ambito culturale e museale, la percezione delle arti visive e dei musei da parte della comunità sorda per superare le barriere comunicative, la mediazione in Lingua dei Segni del patrimonio artistico per costruire un linguaggio condiviso, la storia della sordità in relazione all’educazione per comprendere le dinamiche di integrazione più efficaci a livello psicologico e sociale.

Bergamo diventa, per un giorno e per tutta la durata del Festival di ArtDate, una città che fa dell’inclusione e della condivisione della cultura e del patrimonio parole d’ordine, esempio per tutte le altre città italiane.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.