BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via Fara, l’assessore a Bergamo Parcheggi: “Si accerti che non serva una nuova gara”

L'impresa Collini lascia, pronta la Rota Nodari terza nella graduatoria di aggiudicazione dei lavori. Brembilla: "Perplesso, si valuti con attenzione"

Più informazioni su

Ci vorrà poco più di un mese, poi la ditta Collini lascerà il cantiere del parcheggio di via Fara. Lo ha annunciato in Consiglio comunale l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla, rispondendo alle domande di Lega e Movimento Cinque Stelle. “Ultimerà lo scavo, poi smonterà il cantiere – ha riferito -. Dopo il collaudo provvisorio, indispensabile per eseguire il subentro, i lavori verranno continuati da un’altra impresa”. La notizia della risoluzione consensuale del contratto con la Collini è stata comunicata dalla Concessionaria Bergamo Parcheggi al Comune il 31 ottobre.

Assessore Brembilla, se lo aspettava?

Non proprio, ma qualche segnale si era intravisto. Parlo per esperienze di cantiere: i lavori erano rallentati e c’erano in atto delle riserve (una differenza tra quanto contabilizzato dalla stazione appaltante e quanto l’impresa ritiene debba essere contabilizzato, ndr).

A quanto ammontano queste riserve? Già prima dell’estate si parlava di 5 milioni di euro.

Parliamo di risoluzione consensuale dei lavori, non del contenzioso economico tra le parti. A quanto ammontino non lo so, è un tema tra appaltatore e appaltante. Bergamo Parcheggi non è tenuta a farmi vedere la contabilità, sta a loro risolvere la situazione.

Chi li pagherà?

Lo ribadisco, non il Comune. Già il primo agosto, quando abbiamo approvato una delibera in Giunta di approvazione tecnica delle varianti, abbiamo detto che non avremmo scucito un euro, e che sarà Bergamo Parcheggi ad accollarsi le spese derivante dalle perizie di variante. Nella stessa delibera abbiamo ribadito quanto previsto dall’articolo 5 dell’atto transattivo, che prevede il pagamento da parte di Bergamo Parcheggi di una penale dal 15 marzo per un importo di 911 euro al giorno (fanno 220 mila euro circa, ndr).

Che succede ora in via Fara? Vi preoccupano questi ultimi sviluppi?

Bergamo Parcheggi, citando l’articolo 110 del Codice degli appalti, ritiene di potere affidare i lavori scorrendo la graduatoria delle aziende che hanno partecipato alla gara di aggiudicazione dei lavori (la seconda avrebbe rinunciato, pare sia pronta a subentrare la Rota Nodari di Almenno San Bartolomeo, terza classificata ndr). Abbiamo espresso le nostre perplessità in una lettera, chiedendo se si possa fare o se invece si debba andare a nuova gara. Conosciamo la complessità della Legge in termini amministrativi, e vorrei ricordare a Bergamo Parcheggi che siamo sotto la lente d’ingrandimento dell’Anac. L’appalto è loro, se ne assumano la responsabilità con i loro legali, ma per procedere servono certezze e non sono ammessi errori.

La fine dei lavori era stata ipotizzata alla fine del 2020, l’apertura del parcheggio per l’inizio del 2021, dopo i collaudi. Si va in primavera?

Se i lavori verranno assegnati scorrendo la graduatoria delle imprese i tempi sono quelli che conosciamo già: minimo tre mesi, ovvero quelli necessari per il collaudo provvisorio. Se invece si dovrà fare una nuova gara ce ne vorranno almeno il doppio. Ecco, non chiedetemi se sono felice per questo…

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.