BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Treni Bergamo-Milano sempre più pieni: a rischio sicurezza di noi passeggeri”

"Oltre a essere un disagio notevole, è lesivo della dignità stessa di ognuno dei viaggiatori"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Simone Cattaneo, un pendolare bergamasco, in merito alla situazione dei treni che la mattina percorrono la tratta Bergamo-Milano, sempre più pieni di passeggeri:

“Salve, sono un pendolare Trenord sulla famigerata tratta Bergamo-Milano. Devo segnalare che ormai da diverse settimane i treni da Bergamo del primo mattino sono pieni di gente all’inverosimile, con pericoli per la sicurezza dei viaggiatori.

Mi riferisco in particolare al 7,02 da Bergamo diretto a Milano Centrale e al 7,16 diretto a Porta Garibaldi. Il 7,02 parte da Bergamo e già alle 6,45 è stracolmo di gente: alla partenza non c’è più un posto e le persone affollano in piedi corridoi e spazi tra i vagoni, stipati come animali (potete immaginare come peggiorino le condizioni alla stazione successiva di Verdello).

Questo, oltre a essere un disagio notevole, è lesivo della dignità stessa di ognuno dei viaggiatori, tra cui molti, come me, si spostano per lavoro. È inoltre pericoloso per l’incolumità degli stessi, non oso pensare a cosa potrebbe succedere in caso di incidente, evento che purtroppo si è già verificato in passato con esiti tristemente famosi.

Vi invito a dare visibilità ulteriore alla situazione dei pendolari in viaggio verso Milano, situazione che negli anni, nonostante endorsement di comodo da parte di alcuni esponenti politici, non ha fatto che peggiorare. Va posto un freno a questa situazione: fra scioperi, ritardi e corse folli per cambi di binario dell’ultimo secondo, il viaggio di chi per vivere deve spostarsi coi mezzi non è già di per sé piacevole, figuriamoci in condizioni come quelle descritte”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.