Quantcast
L'incubo del vandalo notturno in via Spino: la segnalazione di una residente - BergamoNews
Bergamo

L’incubo del vandalo notturno in via Spino: la segnalazione di una residente

"A me una persona capace di atti così esagerati e seriali fa mettere in dubbio la mia personale sicurezza"

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di Alessandra Barbieri, una giovane residente in via Spino a Bergamo, corredata da un paio di foto della notte tra il dieci e l’undici novembre, che racconta di un vandalo che da alcuni mesi danneggia le auto parcheggiate.

“Abbiamo un giustiziere della notte. Un codardo che vandalizza violentemente le auto. Io vivo qui solo da giugno ma ho sempre visto vetri rotti a terra e mi è stato confermato dai condomini che questa non è una novità.

Su questo parcheggio non c’è alcun tipo di controllo e la sua posizione riservata permette a questo personaggio di agire indisturbato.

vandalo notturno in via Spino

Forse sarò io esagerata, ma a me una persona capace di atti così esagerati e seriali fa mettere in dubbio la mia personale sicurezza.

Ho contattato il comune e i vigili ma è stato un continuo scaricare la responsabilità su qualcun altro. Cosa posso fare? Perché se c’è una cosa che è certa è che farò qualcosa a riguardo.

P. S. Qui è dove quasi sicuramente qualcuno di voi metterà l’auto in vista del mercato”.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it