AlbinoLeffe, il cantiere del nuovo stadio prosegue spedito: posati i primi pilastri - BergamoNews
Zanica

AlbinoLeffe, il cantiere del nuovo stadio prosegue spedito: posati i primi pilastri

Terminati i lavori per le fondamenta, all'inizio di novembre gli operai sono passati alla costruzione vera e propria dell'impianto

I lavori per la costruzione del nuovo stadio dell’Albinoleffe, a Zanica, procedono spediti: all’inizio di novembre è iniziata la fase di costruzione vera e propria della struttura.

La squadra del presidente Gianfranco Andreoletti, militante in Lega Pro, sta disputando al momento le proprie gare casalinghe a Gorgonzola, nello stadio della Giana Erminio.

Fino a poco tempo, i seriani giocavano nell’ex stadio Atleti Azzurri d’Italia (ora Gewiss Stadium), poi divenuto di proprietà dell’Atalanta.

Nei pressi di Zanica, dove già si allena la squadra bluceleste, sorgerà il nuovo stadio. Ad agosto sono iniziati gli scavi per le fondamenta, mentre da novembre si sta procedendo con la costruzione vera e propria del nuovo impianto che ospiterà 1800 posti a sedere.

A fare il punto della situazione sull’andamento dei lavori è l’ingegner Markus Anesa, responsabile della progettazione e della costruzione del nuovo stadio: “Stiamo procedendo in modo spedito – ha dichiarato in una nota del club -. Finalmente è iniziata la fase cruciale del montaggio del prefabbricato che dovrebbe avere una tempistica di circa 35-40 giorni. Al termine di questa inizieremo a organizzare alcune lavorazioni interne, come ad esempio gli impianti meccanici e le prime murature, in attesa che venga poi approvata la parte finale relativa alla copertura. Da quel momento si passerà al completamento della parte superiore e di quelle interne, oltre alla realizzazione delle opere esterne sui piazzali, le urbanizzazioni con tutti i sottoservizi e i parcheggi in dotazione allo stadio”.

(Ph Fb AlbinoLeffe)

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it