BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Forza Italia: “Bergamo, fra buongoverno lombardo e oppressione fiscale”

Per Forza Italia Bergamo è l’occasione per fare il punto sulle attività di Regione Lombardia sul tema dello sviluppo economico per la provincia di Bergamo

Per Alessandro Mattinzoli, assessore regionale allo sviluppo economico, Gregorio Fontana, deputato e Questore della Camera e Alessandra Gallone, senatrice e commissario provinciale di Forza Italia Bergamo è l’occasione per fare il punto sulle attività di Regione Lombardia sul tema dello sviluppo economico per la provincia di Bergamo e per presentare la contromanovra di Forza Italia alla legge di bilancio.

“Quello attuale è il governo delle tre oppressioni: fiscale, burocratica e giudiziaria – dichiara Gregorio Fontana, deputato e Questore della Camera – Forza Italia metterà in campo una forte azione parlamentare contro questo governo in occasione della legge bilancio, i cui contenuti sono inaccettabili. Questa legge è solo una pioggia di tasse che graveranno pesantemente sulla vita dei cittadini e negativamente sul ciclo economico del Paese. Forza Italia è in prima linea in tutti i centri della provincia per riaffermare il suo impegno sulla questione fiscale attraverso una raccolta firme per porre un tetto alle tasse. La nostra proposta è di togliere al governo il potere di aumentare le tasse a proprio piacimento fissando un limite alla pressione fiscale e inserendolo in Costituzione. Inoltre abbiamo avviato una serie di incontri con le diverse categorie economiche per individuare insieme i punti più importanti da tradurre in azioni politiche utili a tutelare le categorie e la nostra Provincia”.

L’assessore regionale allo sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, invece sottolinea come: “Il modello Lombardia funziona perché le tre forze politiche che lo compongono hanno una profonda sintonia negli obiettivi. Serve un confronto continuo e mettere al centro l’impresa sana, quella che ha come priorità l’attenzione al lavoratore e il welfare aziendale, sostenendola abbassando le tasse e non penalizzandola attraverso studi di settori. Il nostro modello prevede un serio confronto con i sindacati, le associazioni di categoria e chi opera nel territorio, poiché non si possono risolvere i problemi senza l’ascolto, chi amministra ha il dovere di guardare l’interesse e il bene pubblico”.

“Bisogna esportare il modello lombardo in tutta Italia, perché non siamo secondi a nessuno – conclude Alessandra Gallone, senatrice e commissario provinciale di Forza Italia Bergamo -. A causa delle azioni dissennate di questo governo si rischia invece di trasportare il modello Roma in Lombardia, con un sistema che blocca tutti gli impianti regionali. Questo è un governo che fa danni e penalizza le imprese, mettendo ad esempio a rischio chiusura, con la plastic tax, 533 imprese bergamasche che si occupano di plastica e che danno lavoro a 12433 persone con un’incidenza sul manifatturiero del 6%. Questa è una tassa che non ha senso, serve solo a far cassa, mentre noi abbiamo presentato uno specifico emendamento sul vuoto a rendere, poiché se un cittadino viene virtuosamente aiutato a modificare un certo comportamento è incentivato poi a farne uno stile di vita, in questo caso portando indietro i vuoti e ricevendo un piccolo buono, come succede già in molti altri Paesi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.