BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Leti “supergirl”: dopo l’operazione in Texas, lunedì rientra a casa

Su Facebook, mamma Monica e la sorella Francesca comunicano il rientro in Italia di Letizia Milesi, 19enne di Roncobello, dopo l’esito positivo dell’operazione affrontata la scorsa settimana a San Antonio in Texas.

È arrivata la notizia che con ansia aspettavamo: possiamo tornare a casa!“. Con questa frase in un post su Facebook, mamma Monica e la sorella Francesca comunicano il rientro in Italia di Letizia Milesi, 19enne di Roncobello, dopo l’esito positivo dell’operazione affrontata la scorsa settimana a San Antonio in Texas.

Un intervento resosi necessario dopo che, nell’autunno 2017, una caduta da un autobus ha provocato a Letizia una lesione vertebrale che l’ha portata alla paralisi della parte destra del corpo.

“Il neurochirurgo che ha operato Leti ha confermato che tutto procede bene e che, con le attrezzature giuste, lunedì (11 novembre) potrà tornare a casa”. Rientro in Italia che per Leti significa “buttarsi a capofitto nella fisioterapia, per puntare ad un recupero”.

Un impegno da affrontare sempre con la forza e la tenacia di una “supergirl”, così come l’ha definita il neurochirugo che l’ha operata. “Nonostante il dolore, Leti non ha mai perso di vista il suo obiettivo finale ed i primi risultati li ha raggiunti velocemente. Ora la bomba ad orologeria, che Leti aveva nel collo, lascia spazio ad una vita piena di desideri ed obiettivi da raggiungere. Una vita che Leti vuole vivere a mille ed il suo sorriso lo dimostra!”

La famiglia di Letizia ha ringraziato il neurochirurgo, “il suo supereroe preferito” e tutti quelli che, anche solo con il pensiero, le sono stati vicino “anche a quasi 9mila chilometri di distanza”. Una vicinanza dimostrata anche attraverso l’impegno verso la onlus “Sulle ali di un sogno”, nata per aiutare Leti e la sua famiglia ad affrontare i costi dell’intervento e che sarà sostegno in favore della ricerca sui traumi vertebrali e midollari, ma anche verso l’abbattimento di barriere architettoniche e sociali che diverse persone si trovano ad affrontare quotidianamente.

Dopo l’esito positivo dell’operazione, Leti può finalmente tornare in Valle Brembana, dove potrà essere ancora di più un esempio positivo di forza e tenacia, capace di dimostrare come, di fronte alle avversità, come spiega l’hashtag della campagna che ha permesso a Letizia di sostenere i costi dell’intervento, #nonsimollauncactus .

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.