BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ministro delle Infrastrutture: sì al finanziamento da 125 milioni per il tram della Valbrembana

L'annuncio durante il convengo organizzato dall'Ance. La gioia del sindaco Gori: "Sì, faremo la seconda tranvia delle Valli"

Più informazioni su

Buone notizie sul fronte della mobilità bergamasca. È stato annunciato il finanziamento per la realizzazione della Teb2, la tranvia che collega Bergamo e la Valbrembana (fino a Villa d'Almè, ndr). Lo si apprende sul profilo Twitter del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, nella mattinata di venerdì 8 novembre in città per il convegno organizzato dall'Ance (l'associazione dei costruttori edili) sul tema dello 'Sblocca Cantieri'.

Il ministro ha spiegato che nell'elenco delle infrastrutture, il progetto della Linea T2 arriverà nei prossimi giorni sul tavolo della Conferenza unificata Stato-Regioni per l’approvazione del piano di riparto delle risorse, tra cui è indicato il finanziamento di 125 milioni per la nuova linea tramviaria bergamasca.

Nel dicembre 2018 il Comune di Bergamo, coordinato dalla stessa Teb con diverse collaborazioni qualificate, fra cui l’Università degli Studi di Bergamo, ha presentato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il progetto di fattibilità tecnica ed economica della nuova linea tramviaria in relazione all’avviso di presentazione istanze per l'accesso alle risorse per il trasporto rapido di massa. Il progetto è stato corredato degli accordi sottoscritti con la Regione, la Provincia ed i Comuni interessati dal tracciato.

Il progetto della Linea T2, che prevedeva un quadro economico complessivo di 178,5 milioni di euro, risulta così interamente finanziato125 milioni di euro (70%) da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; la quota di 40 milioni di euro di cofinanziamento di Regione Lombardia, confermata dall’assessore alle Infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi; e infine l’investimento di 13,5 milioni di euro del Comune e Provincia di Bergamo e degli altri Comuni interessati dal tracciato, annunciato dal sindaco Gori.

“Ci viene restituito oggi, con grande soddisfazione, l’esito dei notevoli sforzi di progettualità tecnica e organizzativa messi in campo in questi ultimi due anni da tutta la struttura Teb e dai suoi collaboratori" commenta Filippo Simonetti, Presidente Teb.

“Il tram a Bergamo è un servizio di trasporto pubblico efficace, efficiente, consolidato e apprezzato dagli oltre 33.5 milioni di passeggeri che in dieci anni hanno scelto di viaggiare lungo i binari della prima linea tramviaria - aggiunge Gianni Scarfone, Amministratore Delegato Teb -. Festeggiamo un altro grande risultato per la mobilità collettiva della Valle Brembana e di tutto il territorio bergamasco: la nuova Linea T2 è stata valutata come un’infrastruttura che migliora l’accessibilità e la qualità della vita delle aree urbane; sostenibile economicamente, durevole ed efficiente; coerente con l’utilizzo di trasporti a fonti energetiche rinnovabili e poco inquinanti; integrata e in rete con i sistemi locali di trasporto e generatrice di valore nel contesto del patrimonio infrastrutturale esistente e dello sviluppo urbanistico-territoriale. Ora, proseguiamo la fase del percorso di progettazione condivisa con le amministrazioni e le comunità locali, prevista in due anni, che ci consentirà di porre le condizioni per contenere i tempi di realizzazione, circa tre anni, e velocizzare l’avvio della nuova linea tramviaria prevista entro il 2025.”

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.