BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Morales presidente illegittimo”: la protesta dei boliviani arriva in piazza a Bergamo

L'associazione "Comprometidos por Bolivia" spiega la propria visione delle elezioni in Bolivia e domenica sarà in piazza Vittorio Veneto.

Più informazioni su

Il voto in Bolivia continua a far discutere: le proteste continuano a imperversare nel Paese, a partire dalla capitale La Paz.

A Bergamo la sezione locale del Movimento al Socialismo dello Stato plurinazionale della Bolivia, per bocca del presidente Remy Gonzalo Guzman, ha salutato con orgoglio la rielezione di Evo Morales.

Una posizione che, però, non è la sola espressione della numerosa comunità boliviana bergamasca.

Alle loro parole si contrappongono, infatti, quelle dell’associazione “Comprometidos por Bolivia” che ha preso le distanze dagli “avversari” politici.

“Una consistente, per non dire maggioritaria parte del popolo Boliviano, non può accettare senza far sentire la propria voce l’esito del voto – spiegano – in quanto: rielegge un presidente che si è progressivamente scostato dal programma politico sociale del primo mandato; rielegge un presidente che ha negato l’esito del referendum del 21 febbraio 2016 che si era pronunciato contrariamente a una terza rielezione e si è ricandidato; in ultimo, esiste il concreto sospetto di brogli elettorali”.

“Pertanto – continuano – seguiamo con apprensione le notizie dei disordini in essere nel nostro paese di origine, e degli episodi di violenza. Riteniamo quindi di dover dare supporto e possibilità di espressione pacifica anche a chi come noi crede che la rielezione del presidente Evo Morales sia non solo illegittima, ma anche dannosa per il popolo boliviano”.

Motivazioni che hanno spinto l’associazione a organizzare una manifestazione pacifica domenica 10 novembre in piazza Vittorio Veneto, durante la quale interverrà insieme ad altre associazioni per dare maggiori informazioni sul tema a boliviani e italiani.

(Photo by Milos Hajder on Unsplash)

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.