BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, per 2° e 3° posto è tutto aperto: ecco cosa può succedere

I nerazzurri devono necessariamente vincere le ultime due gare del girone contro Dinamo Zagabria e Shakhtar. E tifare Manchester City

Il pareggio con il Manchester City a San Siro tiene ancora in corsa l’Atalanta per la qualificazione in Champions League, anche grazie al 3-3 dello Shakhtar in casa della Dinamo Zagabria arrivato al 98′. Saranno decisive le ultime due partite contro la Dinamo (il 26 novembre alle 21) e contro lo Shakhtar (l’11 dicembre alle 18.55).

Lo scenario è ampio e letteralmente imprevedibile, perché – oltre alla ormai certa qualificazione del Manchester City – tutto può succedere per le altre tre formazioni del gruppo C.

Gruppo C che al momento vede proprio gli inglesi al primo posto, con 10 punti, seguiti da Dinamo Zagabria e Shakhtar Donetsk secondi con 5 punti; quarta è l’Atalanta, con un solo punto. Per i nerazzurri, però, nulla è ancora perduto.

La condizione necessaria per sperare nel secondo o nel terzo posto nel girone è un doppio successo atalantino negli ultimi due match. Poi servirà che il Manchester City (che ad oggi non è ancora matematicamente qualificato agli ottavi) non perda le ultime due. Difficile, ma tutt’altro che impossibile.

Se andasse così, l’Atalanta chiuderebbe a quota 7 davanti a Dinamo e Shakhtar che resterebbero a 6 punti.

In caso di pareggio in uno degli ultimi due scontri i bergamaschi sarebbero sicuri di essere esclusi dagli ottavi di Champions in quanto una delle due avversarie chiuderebbe con 6 punti e diventerebbe irraggiungibile. Resterebbero comunque in corsa per l’Europa League, ma dovrebbero giocarsi tutto ai numeri: nella migliore delle ipotesi, infatti, con quattro punti nelle ultime due l’Atalanta chiuderebbe a quota 5, appaiata a un’altra squadra. Si guarderebbero così gli scontri diretti, ma con la Dinamo si partirebbe dal pesante 4-0 dell’andata, mentre con gli ucraini servirebbe vincere segnando più di due gol.

Insomma un’impresa tutt’altro che semplice, ecco perché troppi calcoli rischiano di lasciare il tempo che trovano. Bisogna vincere, bisogna giocare da Atalanta.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.